QR code per la pagina originale

Kobo Touch 2.0: eBook a poco prezzo

Kobo Touch 2.0 è un eReader di fascia entry-level, con schermo da 167 ppi e 4GB di memoria integrata.

Prezzo

€ 89

Giudizi
  • Caratteristiche7
  • Design6,5
  • Prestazioni7,5
  • Qualità prezzo6
Pro

Compatto e leggero, 4GB di memoria integrata

Contro

Costruzione non impeccabile, schermo non illuminato, bassa risoluzione, costa più del Kindle base

Di , 18 novembre 2015

La canadese Kobo rinnova la sua linea di lettori ebook per il 2015 con il nuovo entry-level Kobo Touch 2.0.

Si tratta di un dispositivo dalle caratteristiche base e dal prezzo contenuto (ma non troppo): 89 euro. Avrà le carte in regola per insidiare l’onnipresente Kindle di Amazon?

Scheda tecnica ()

Il Kobo Touch 2.0 non ha particolari ambizioni dal punto di vista della dotazione tecnica. Lo schermo è da 6 pollici, con tecnologia E-Ink Pearl (non la più recente “Carta”, dunque) e una risoluzione di 800×600 pixel, per una densità di 167 ppi: la medesima del Kindle base. Manca, ovviamente, l’illuminazione (riservata al modello di fascia superiore: il Kobo Glo HD).

Buono, per un modello entry-level, lo storage integrato: ammonta a 4GB e dovrebbe consentire di immagazzinare fino a 3.000 libri digitali, secondo la stima del produttore. Presente la connessione Wi-Fi 802.11 b/g/n per il collegamento allo store digitale Kobo, mentre la comunicazione con i computer e la ricarica avvengono tramite la consueta porta micro-USB.

La compatibilità ai vari formati digitali è piuttosto estesa: il Kobo Touch 2.0 legge file EPUB, Mobi, PDF, CBZ/CBR (per i fumetti digitali), normali file di testo come TXT o RTF e supporta, infine, anche i file protetti con DRM (per prendere in prestito libri digitali dalle biblioteche).

Da rilevare l’assenza del caricabatterie nella confezione: si tratta di un dettaglio normale per questo tipo di prodotti, ma forse proprio per questo Kobo avrebbe potuto cogliere la palla al balzo per differenziarsi e aumentare il valore della propria offerta. Non pervenuta anche l’espansione microSD.

Galleria di immagini: Kobo Touch 2.0, le foto

Design e costruzione ()

Il Kobo Touch 2.0 vanta un design molto leggero e compatto: le dimensioni fisiche ammontano a soli 157 x 115 x 9,2 mm per un peso di 185g. Sono valori complessivamente inferiori a quelli del Kindle base, rispetto al quale questo dispositivo risulta decisamente più snello e agile.

Purtroppo, però, la qualità dei materiali e dell’assemblaggio non è impeccabile. L’intera scocca è realizzata in plastiche piuttosto standard e, a differenza di quanto avviene in altri modelli Kobo, il pannello posteriore non è gommato, bensì in plastica dura. Quest’ultimo, nell’unità in prova, non collimava alla perfezione con la cornice e dunque risultava un po’ instabile. Nulla di drammatico, ma si tratta di un dettaglio che può infastidire i feticisti dell’assemblaggio perfetto.

Interfaccia e usabilità ()

L’esperienza di lettura offerta dal Kobo Touch 2.0 è buona, ma il distacco con quanto offerto dai modelli di fascia superiore è netto. La mancanza di illuminazione è un fattore evidente, che può di per sé allontanare dall’acquisto, specialmente per chi ama leggere nel buio assoluto. Anche la risoluzione dello schermo è un potenziale punto critico: 167 ppi ormai sono piuttosto pochi e, sebbene il testo sia comunque leggibile, non è inciso e definito quanto quello dei migliori pannelli.

Ovviamente, questi sono difetti comuni anche ad altri lettori di fascia entry-level, ma con un cartellino di 89 euro il Kobo Touch 2.0 è pericolosamente vicino al prezzo di modelli superiori (soprattutto se scontati o in offerta speciale).

Ciò detto, sfogliare i propri libri su questo lettore è comunque piacevole, anche grazie all’immediatezza dell’interfaccia e alla buona quantità di opzioni di personalizzazione per il testo (in termini di font, dimensione, spaziatura, eccetera). Il processore è in grado di gestire l’avanzamento delle pagine in modo abbastanza veloce e anche il richiamo delle varie opzioni a schermo non è mai eccessivamente rallentato.
Lo store virtuale è, ovviamente, quello proprietario di Kobo: la sua navigazione non è di particolare immediatezza, ma il catalogo è comunque piuttosto fornito e dovrebbe consentire più o meno a tutti di reperire i propri titoli preferiti.

Infine, l’autonomia beneficia dell’assenza di illuminazione e garantisce settimane di lettura con una singola carica: uno standard per questa categoria di prodotti e senz’altro uno dei vantaggi principali rispetto ai normali tablet.

Verdetto e prezzo ()

Il Kobo Touch 2.0 è un discreto eBook reader, in grado di offrire un’esperienza di lettura generalmente piacevole e dotato di caratteristiche interessanti per un lettore entry-level (come, ad esempio, i 4GB di memoria integrata). Anche il design molto snello e sottile rappresenta un punto a suo favore.

L’elefante nella stanza è il prezzo: 89 euro sono 20 in più rispetto al costo del Kindle base, e non troppi in meno rispetto a quello dei modelli superiori, dotati di schermo HD e illuminato. Il che crea una situazione di mercato non chiara per questo Kobo: chi vuole leggere nel più assoluto risparmio ha a disposizione opzioni più convenienti, mentre chi è disposto a spendere qualcosa in più, sicuramente può spingersi anche a considerare l’acquisto di modelli più ambiziosi.

Nel complesso, non ci sono motivi per sconsigliare l’acquisto del Kobo Touch 2.0, che fa il suo lavoro in maniera più che sufficiente, ma il suggerimento è quello di valutare attentamente le numerose alternative presenti sul mercato.