QR code per la pagina originale

Kodak EasyShare Mini: fotocamera ultra compatta e ultra economica

Estremamente compatta e leggera, questa fotocamera kodak è semplice da usare e ideale per condividere i propri scatti sui social network.

Prezzo

€ 89

Giudizi
  • Caratteristiche6,5
  • Prestazioni7
  • Dotazione6,5
  • Qualità prezzo7
Pro

Economica, condivisione online di foto e video, ottica grandangolare, peso e dimensioni

Contro

Assenza della stabilizzazione delle immagini, zoom limitato a 3x, presa in mano scomoda, clip video in bassa risoluzione

Di , 27 Maggio 2011

Fotocamera “social”

La Kodak EasyShare Mini è una delle fotocamere più compatte, leggere e facili del mercato. Pensata per una generazione di utenti che scattano foto agli amici per caricarle sui social network come Facebook e FlickR, senza pensare minimamente alla qualità e neppure lontanamente al fotoritocco, è un prodotto valido per il prezzo a cui è proposto.

Bisogna, innanzitutto, considerare alcuni aspetti fondamentali della Kodak EasyShare Mini: non è presente alcun tipo di stabilizzazione delle immagini, così, a meno che non si abbia un treppiedi o non ci siano ottime condizioni di luce, il flash sarà sempre necessario per “congelare” i soggetti, onde evitare foto sfocate.

Ad ogni modo, l’assenza di questa come di altre funzionalità è congrua con il prezzo di listino della Kodak EasyShare Mini, inferiore ai 100 euro, e con la facilità d’uso e di condivisione degli scatti.

Dimensioni

La particolarità della Kodak EasyShare Mini sta soprattutto nelle dimensioni ultra compatte, pari a quelle di una carta di credito! Ha uno spessore di soli 19 mm e un peso di 100 gr, compresa la batteria integrata e la scheda di memoria SD. Così entra in qualsiasi tasca e non sembra quasi d’averla dietro, visto che pesa meno di un comune smartphone.

Solo chi ha mani di dimensioni medio/grandi può trovarne la presa in mano scomoda, con una certa difficoltà a tenere ferma la fotocamera durante lo scatto.

La realizzazione è curata, per qualità dei materiali e dell’assemblaggio. Disponibile in tre colorazionirosso, nero e bianco – presenta un anteriore con plastica lucida, in cui troviamo la lente e il piccolo flash affiancati da un piccolo specchio per gli auto ritratti: una soluzione a basso costo e intuitiva.

Sul lato anteriore e sul dorso della Kodak EasyShare Mini troviamo i pulsanti essenziali per lo scatto e il controllo delle opzioni principali: si tratta di una mossa intelligente visto che questa fotocamera è pensata per chi scatta in automatico (disponibili le funzioni di scatto intelligente, riconoscimento dei volti e scene automatiche) e necessita solamente di attivare, eventualmente, il flash.

Galleria di immagini: Kodak EasyShare Mini

Caratteristiche

L’ottica su cui si basa la Kodak EasyShare Mini è più che discreta per capacità: è uno zoom grandangolare che parte dall’inusuale focale di 29 mm per arrivare a 87 mm, con un’apertura corrispondente di f:3,5-5,9, capace di lavorare bene nella maggior parte delle situazioni. Allo zoom ottico è affiancato uno zoom digitale 5x, che produce risultati poco convincenti in fatto di nitidezza e dettaglio.

La messa a fuoco e la visione delle immagini registrate avviene tramite uno schermo LCD da 2,5″ con risoluzione di 230.000 pixel, che riempie quasi completamente il lato posteriore della fotocamera. Pur non brillando per dimensione e risoluzione, la tecnologia Kodak Color Science permette di visualizzare immagini nitide e luminose, con colori brillanti.

Il controllo della Kodak EasyShare Mini è veramente ridotto all’osso, ma troviamo tutto a portata di mano sui menu, semplici e intuitivi. Il plus della fotocamera, così come di tutta la linea di nuovi prodotti Kodak contraddistinti dalla sigla EasyShare, è la funzionalità di condivisione online degli scatti. Possiamo taggare con il pulsante “Share” le foto e i video, purtroppo ripresi “solo” a risoluzione VGA a 640×480 pixel, preparandoli così per l’upload in social network come FlickR, Facebook o YouTube: una volta che connettiamo la fotocamera al computer, o inseriamo la scheda di memoria SD (fino a 32 Gb) in un lettore dedicato, questi sono caricati automaticamente nelle rispettive destinazioni.

Tra le particolarità più gradite troviamo anche la possibilità di ricaricare la batteria interna Li-Ion collegando la fotocamera al computer tramite la presa USB.

Prestazioni

Come fotocamera “dura e pura” la Kodak EasyShare Mini è capace di prestazioni più che discrete. Una volta accesa, passano un paio di secondi prima che sia pronta per l’utilizzo, con una messa a fuoco soddisfacente per velocità e precisione a patto che le condizioni di luce siano molto buone.

Il connubio tra ottica e sensore CCD da 10 megapixel produce immagini ben dettagliate per una compatta di questa classe di prezzo. Il rapporto segnale/rumore è sorprendente, con foto gradevoli fino a una sensibilità di 400 ISO (impostabile in automatico, oppure da 100 a 1.000).

Come scritto poc’anzi, queste prestazioni soddisfacenti sono ottenibili solo in condizioni di luce che vanno dal buono all’ottimo, anche per l’assenza di un sistema di stabilizzazione d’immagine. Usare il piccolo flash integrato può mitigare il problema, così come ritrarre gli amici o i panorami impiegando un treppiede portatile.

La registrazione video è forse il tallone d’Achille principale della Kodak EasyShare Mini, un vero peccato per una fotocamera che si collega così facilmente a YouTube, anche se non così sorprendente per un modello che costa meno di 100 euro. Memorizza clip a risoluzione VGA in formato 4:3 (640×480 pixel) e in formato MPEG, con autofocus funzionante durante le riprese insieme allo zoom digitale (ma sconsigliato l’utilizzo, visto che abbatte la qualità delle riprese).

Molto può essere perdonato a una fotocamera da meno di 100 euro, ma l’eccellente portabilità, la buona qualità delle immagini (in ottime condizioni di luce, però), la grande semplicità nel controllo e nella condivisione delle foto, fanno della Kodak EasyShare Mini un prodotto unico e dalla spiccata personalità.