QR code per la pagina originale

Panasonic DMR-BWT735: lettore e registratore tuttofare

Panasonic DMR-BWT735 è un lettore Blu-ray 3D e masterizzatore Blu-ray e DVD, con hard disk da 250 GB, doppio sintonizzatore e Wi-Fi integrato.

8,5
Prezzo

€ 570

Giudizi
  • Caratteristiche9
  • Design8
  • Prestazioni9
  • Qualità prezzo8
Pro

Riproduzione da disco digitale impeccabile, registrazioni molto vicine al materiale originale, doppio sintonizzatore

Contro

Sistema menu migliorabile, manca il browser Web, hard disk solo da 250 GB

Di , 5 Luglio 2013

Registratore hard disk, Blu-ray e DVD

Il Panasonic DMR-BWT735 è un dispositivo duttile dotato di molte funzioni e di specifiche di sicuro interesse. È un lettore Blu-ray 3D, integra un hard disk da 250 GB e masterizza su Blu-ray e su DVD. Inoltre è dotato di doppio sintonizzatore e permette di registrare due programmi diversi nello stesso momento. Di carne al fuoco ce n’è tanta, insomma, e l’interesse del pubblico verso questo tipo di prodotti, come dimostra la presenza sul mercato di molti modelli, è in crescita.

Il Panasonic DMR-BWT735 si presenta con linee eleganti ed essenziali. Le sue dimensioni non sono eccessive e l’unica cosa visibile è un frontalino lucido e senza soluzione di continuità (in effetti, è uno sportello che corre lungo la parte anteriore del lettore/registratore) e, abbassandolo, è possibile accedere ai comandi fisici e al cassetto portadisco. È una soluzione interessante perché chi usa il DMR-BWT735 solo come registratore hard disk, ha a disposizione uno strumento minimalista sul quale non deve mai intervenire manualmente.

Sotto lo sportello anteriore troviamo anche una porta USB e uno slot per schede SD. Le altre connessioni sono, più tradizionalmente, sul retro e comprendono l’ingresso e l’uscita dell’antenna, una porta HDMI, una Ethernet, l’uscita digitale ottica, uscita audio analogica, l’uscita coassiale e anche una presa Scart. C’è tutto ciò che serve, quindi, anche se in quantità minima.

Il display mostra informazioni come il tempo di riproduzione trascorso o quello rimanente, l’unità in uso, il canale attivo e altro ancora. Da lontano non è molto leggibile e, se dovesse disturbare la visione in una sala completamente oscurata, può anche essere spento.

Galleria di immagini: Panasonic DMR-BWT735, le foto

Il telecomando del Panasonic DMR-BWT735 ha dimensioni ragionevoli e ciò può essere, secondo le proprie abitudini, un pregio o un difetto. Infatti, i pulsanti sono un po’ troppo vicini tra di loro e serve della pratica in più prima di poterlo usare con scioltezza. Ad ogni modo, è un problema minimo e facilmente risolvibile. Per il resto, i pulsanti sono intuitivi e bene etichettati. Anche la sensazione di premuto è adeguata, anche se avremmo preferito una meccanica migliore. Come abbiamo detto più volte, a nostro modo di vedere, tutte le aziende prestano verso il telecomando meno attenzioni di quanto dovrebbero.

Viera Connect

Il DMR-BWT735, come ormai quasi ogni dispositivo audio/video, ha la capacità di connettersi a Internet e al portale Panasonic per la distribuzione di contenuti, anche grazie alla tecnologia Wi-Fi integrata. Il modello giunto in redazione, purtroppo, aveva un problema e non siamo riusciti a connetterci al portale: abbiamo contattato Panasonic e abbiamo appurato che si trattava di un problema sul singolo esemplare che non deve preoccupare. Tuttavia, non abbiamo potuto provare i relativi servizi. Presumiamo, comunque, che siano gli stessi ai quali si può accedere con i TV della serie Viera, con il relativo portale Viera Connect, con contenuti sia gratuiti sia a pagamento. Non è presente, però, il browser Web.

Panasonic DMR-BWT735

Per entrare nel portale, è sufficiente spingere sul telecomando il pulsante Internet. Accanto è disponibile un altro pulsante, con il simbolo di Skype, probabilmente per chiamate qualora sul TV fosse presente una webcam.

Il Panasonic DMR-BWT735 può anche fungere da server multimediale in grado di gestire le esigenze dell’intera casa: può scansionare il disco rigido di un computer presente nella rete, individuando file video, audio e foto, rendendoli facilmente disponibili per altri dispositivi, presenti in casa e nella rete che non hanno questa funzione.

Un’immagine perfetta

Il menu delle regolazioni non è graficamente accattivante e non mostra la desiderata modernità. È comunque facile da navigare, anche se avremmo preferito un pizzico di intuitività in più. Infatti, alcune voci non sono dove avremmo pensato di trovarle, soprattutto quelle riguardanti la Rete. Ad ogni buon conto, non essendo il menu vastissimo, alla fine si arriva sempre alla pagina desiderata.

Le modalità di registrazione sono immediate e intuitive come quelle per rivedere i filmati registrati. Alcuni pulsanti dedicati presenti sul telecomando permettono di accedere subito a tutte le operazioni vitali per un registratore.

Per quanto riguarda la qualità dell’immagine, cominciamo esaminando le capacità del Panasonic DMR-BWT735 come lettore Blu-ray e DVD, 2D e 3D. Le immagini in 2D in alta definizione visualizzate sullo schermo sono ottime, la nitidezza e l’accuratezza è ai massimi livelli e i colori sono precisi e naturali. Solo a un esame critico e ravvicinato abbiamo notato qualche artefatto, ma la sensazione di piacevolezza è stata così elevata che siamo spinti a dire che si tratti più di qualche inevitabile difetto del materiale originale, che un artefatto generato dal lettore, e, durante una normale visione, non si nota nulla che possa dare fastidio.

Panasonic DMR-BWT735

Anche il materiale 3D non ha dato motivo di critiche, anche se si nota inevitabilmente un calo del numero di dettagli insito nella tecnologia stessa. I colori sono leggermente meno precisi e si nota una tendenza all’artificiosità, che a volte ci fa dubitare, non certamente di questo lettore, ma di quanto in realtà il 3D aggiunga a un film (forse nulla). È, però, un discorso che esula da questa recensione.

Passare da immagini in alta a quelle bassa definizione è sempre uno choc per occhi e mente. Una volta di nuovo abituati a questa tecnologia superata, non abbiamo potuto fare altro che complimentarci di nuovo con il Panasonic DMR-BWT735 per le sue capacità in riproduzione.

Registrazione

Come anticipato, il Panasonic DMR-BWT735 ha due sintonizzatori, utilissimi per registrazioni multiple simultanee e, come già accennato, le modalità di avvio delle registrazioni o l’impostazione della programmazione sono molto semplici.

È presente anche la pausa live del programma in visione, anche se il sistema è lento a rispondere alla pressione del relativo pulsante col rischio di premerlo più volte attivando e disattivando di continuo questa funzione senza rendersene conto.

Panasonic DMR-BWT735

Tra le funzioni per la registrazione, è utile la modalità che lega automaticamente più puntate dello stesso show o della stessa serie, cosa che permette di non perdere nessuna puntata dei programmi preferiti. In fase di riproduzione, poi, è possibile immettere un tempo e saltare esattamente quel blocco del filmato, il che è utile, per esempio, per non vedere la pubblicità qualora se ne conosca indicativamente la durata.

Il Panasonic DMR-BWT735 è vincente anche come registratore. La qualità di quanto memorizzato su hard disk o su disco Blu-ray per l’alta definizione, o DVD per la definizione standard, è sostanzialmente identica al materiale originale. I colori sono vividi e precisi, gli artefatti appena accennati e, in sostanza, invisibili quando si è presi e coinvolti dalla storia e dalle immagini che scorrono sullo schermo. Unica segnalazione da fare è che la registrazione enfatizza i difetti del materiale originale: se sono trasmessi filmati di scarsa qualità, la registrazione mostra qualche blocco di colore in più.

Conclusioni

Il Panasonic DMR-BWT735 è un ottimo lettore e registratore. Nella riproduzione di film da dischi Blu-ray è fantastico, con immagini nitide, luminose e precise. Anche la sezione audio è di qualità e riesce a supportare le immagini con ricchezza di suoni e, per questo, è consigliabile abbinarlo a un sistema audio esterno multicanale. In questo caso la direzionalità risponde a quanto progettato dagli ingegneri del suono in fase di realizzazione del disco, con dinamiche adeguate su ogni timbrica.

Anche come registrazioni non abbiamo alcuna lamentela degna di nota da segnalare, anche se, forse, avremmo preferito avere un hard disk di maggiori dimensioni: 250 GB permettono di registrare circa 60 ore di video in alta definizione, il che non è poco e, inoltre, è possibile conservare il materiale su Blu-ray, per l’alta definizione, o DVD, per definizione standard, ma uno spazio di archiviazione maggiore ne avrebbe incrementato duttilità e longevità.

Il menu poteva essere realizzato con maggiore cura e coerenza, e alcuni particolari del sistema avrebbero meritato un’attenzione migliore. Tuttavia, di fronte alla qualità delle immagini, sono elementi che passano in secondo – se non in terzo – per un lettore/registratore che ci sentiamo di consigliare a tutti.