QR code per la pagina originale

Samsung Galaxy A6 e A6+: nel pieno anonimato

I Samsung Galaxy A6 e A6+ sono smartphone con telaio in alluminio, schermo 18.5:9 da 5,6 e 6 pollici, 3 o 4 GB di RAM, 32/64 GB di storage e Android Oreo.

A partire da

€ 220

In offerta su Amazon

€ 221

Giudizi
  • Caratteristiche6,5
  • Design6,5
  • Prestazioni6,5
  • Qualità prezzo6,5
Pro

Ottima manegevolezza e buona durata della batteria. Utile il doppio carrellino per due SIM e una microSD

Contro

Sensori biometrici un po’ lenti, soprattutto il riconoscimento facciale

Di , 26 luglio 2018

Dopo le numerose indiscrezioni delle ultime settimane, il produttore coreano ha finalmente annunciato i nuovi smartphone di fascia media con Infinity Display. I Samsung Galaxy A6 e A6+ rappresentano il punto di unione tra le serie Galaxy A e Galaxy J, dalle quale ereditano diverse caratteristiche. Le principali differenze tra i due modelli sono la diagonale dello schermo, il processore, la fotocamera posteriore e la capacità della batteria.

Design ()

A prima vista i Galaxy A6/A6+ sembrano identici ai Galaxy A8/A8+. Le diagonali dello schermo sono infatti le stesse, così come lo spessore delle cornici. Il pannello Super AMOLED del Galaxy A6 possiede angoli a 90 gradi, mentre quello del Galaxy A6+ ha angoli arrotondati. Al posto della seconda fotocamera frontale è stato aggiunto il flash LED. Anche la forma squadrata del modulo fotografico posteriore e del lettore di impronte digitali è simile.

Rispetto ai Galaxy A8/A8+ cambiano il materiale utilizzato e il design della cover. Il telaio unibody è in alluminio, non in vetro. Questa scelta ha comportato l’inserimento di linee per le antenne piuttosto evidenti, come nella serie Galaxy J. Sul lato sinistro sono visibili i due pulsanti per il volume e gli slot per SIM e microSD, mentre a destra ci sono il pulsante di accensione e l’altoparlante. Lungo il bordo inferiore sono presenti la porta micro USB e il jack audio da 3,5 millimetri.

Scheda tecnica ()

Il Galaxy A6 possiede uno schermo da 5,6 pollici con risoluzione HD+ (1480×720 pixel) e rapporto di aspetto 18.5:9, mentre il display del Galaxy A6+ ha una diagonale di 6 pollici e una risoluzione full HD+ (2220×1080 pixel). L’utilizzo di un pannello Super AMOLED ha permesso di implementare la funzionalità Always on Display (solo sul Galaxy A6+). Entrambi i modelli integrano 3 o 4 GB di RAM e 32/64 GB di memoria flash, espandibili con microSD fino a 256 GB. Per il Galaxy A6 è stato scelto un processore octa core Exynos 7870 a 1,6 GHz, mentre all’interno del Galaxy A6+ è presente un processore octa core Snapdragon 450 a 1,8 GHz.

Nel comunicato stampa Samsung enfatizza l’elevata qualità del comparto fotografico, in particolare la doppia fotocamera posteriore del Galaxy A6+ con sensori da 16 e 5 megapixel, abbinati ad obiettivi con apertura f/1.7 e f/1.9. Grazie alla fotocamera secondaria è possibile sfruttare la modalità Live Focus per modificare la profondità di campo e applicare l’effetto bokeh prima o dopo lo scatto. Il Galaxy A6 possiede invece un’unica fotocamera posteriore da 16 megapixel. Il produttore coreano ha pensato anche ai patiti dei selfie, integrando fotocamere frontali da 24 megapixel (Galaxy A6+) e 16 megapixel (Galaxy A6) che consentono di ottenere foto nitide in qualsiasi condizione di illuminazione. Gli utenti possono inoltre sbloccare lo smartphone con il riconoscimento facciale.

La connettività è garantita dai moduli WiFi 802.11a/b/g/n dual band (2,4 e 5 GHz), Bluetooth 4.2, GPS, ANT+ e LTE Cat. 6. Il chip NFC, presente nei modelli venduti in alcuni paesi, permette di utilizzare il servizio di pagamento Samsung Pay. I nuovi smartphone supportano l’audio Dolby Atmos (solo tramite auricolari) e integrano il tradizionale bundle di sensori (accelerometro, giroscopio, bussola, effetto Hall, prossimità e luminosità). Le batterie hanno capacità di 3.000 mAh (Galaxy A6) e 3.500 mAh (Galaxy A6+). Il sistema operativo installato è Android 8.0 Oreo. Tra le funzionalità software spiccano App Pair (due app aperte in contemporanea) e Bixby Vision, Home e Reminder. Manca invece Bixby Voice.

Prezzo ()

I Galaxy A6/A6+ saranno disponibili nei prossimi giorni in Europa, Asia e America Latina. Samsung non ha tuttavia comunicato in quali paesi. Quattro i colori al lancio: Black, Gold, Blue e Lavender. I prezzi per il mercato europeo sono 309,00 euro (Galaxy A6) e 359,00 euro (Galaxy A6+).

Recensione Samsung Galaxy A6()

Nella guerra tra smartphone che popolano la fascia media arriva il Samsung Galaxy A6. Purtroppo però, rispetto ai tanti competitor, questo terminale non brilla affatto. Samsung ha puntato tutto su una buona usabilità e un corpo compatto, unito a un’ottima batteria, ma c’è poco altro in questo dispositivo che possa attirare l’attenzione degli utenti esperti. L’obiettivo di Samsung con l’A6 è certamente quello di ottenere un buon successo sugli scaffali dei negozi di elettronica solleticando i casual users.

Esteticamente l’A6 2018 è un terminale elegante nella sua estrema semplicità, anche se troppo anonimo a nostro avviso. A livello costruttivo sono apprezzabili i materiali usati, alluminio per la scocca e vetro (purtroppo non gorilla glass) per lo schermo che è un ottimo Super AMOLED da 5,6 pollici. Impugnandolo in mano la sensazione è piacevole, oltre a tenersi molto bene in una mano, peccato però per il peso di 159 gr che si percepisce subito come fattore negativo, soprattutto considerando le dimensioni contenute che farebbero presupporre qualcosa di meno. Decisamente non nella media invece è la presenza laterale di due slot che consentono di inserire due SIM e una scheda microSD per ampliare la memoria in dotazione.

Passando invece all’hardware in dotazione possiamo dire come i 3GB di RAM e i 32 GB di storage, spinti da un processore Exynos 7870 Octa siano pienamente adeguati a far girare fluidamente questo A6. Discreta anche la fotocamera, purtroppo una sola, che grazie ai suoi 16 MP (f/1.7) consente dei buoni scatti e una veloce messa a fuoco, sia in condizioni di piena luce, sia di scarsa illuminazione. Nella media invece la fotocamera frontale, senza infamia e senza lode, ma comunque sufficiente a fare dei selfie. Non spiccherebbe neppure la batteria, una non rimovibile da 3000 mAh, ma che invece, grazie all’ottimizzazione software fatta da Samsung garantisce un’eccellente autonomia, superiore alle aspettative. Autonomia che probabilmente beneficia anche dell’assenza dell’always on display.

Venendo infine al software troviamo un Android 8.0, con la classica personalizzazione Samsung, che offre buone prestazioni oltre a stabilità e fluidità ormai consolidate. Peccato però per qualche problemino a livello di riconoscimento biometrico. Nelle nostre prove il riconoscimento facciale è risultato lento e sicuramente non preciso, anche quando l’illuminazione era sufficiente a renderlo immediato. Stessa sensazione di lentezza l’abbiamo riscontrata nelle nostre prove di sblocco attraverso il sensore di impronte digitali, decisamente non un fulmine di guerra, soprattutto se paragonato alla concorrenza.

Peccato per questo A6 2018. La fascia media è certamente quella più interessante per far breccia nei consumatori, ma con questo terminale difficilmente Samsung riuscirà ad attrarre utenti, soprattutto tra quelli più attenti alle caratteristiche tecniche. L’obiettivo, probabilmente, è quello di arrivare sui volantini delle grandi catene di elettronica con un terminale sobrio e semplice esteticamente, con una buona batteria, un software fluido e una discreta fotocamera, ma che non ha delle caratteristiche tali da farlo spiccare rispetto alla concorrenza.

Immagine: Samsung