Speciale TIM

TIM

TIM: storia, rete ed offerte

TIM è un operatore italiano che fa parte del Gruppo Telecom Italia e che propone ai suoi clienti consumer e business soluzioni di connettività su rete mobile e su rete fissa. La rete mobile di TIM (2G, 3G e 4G) raggiunge oggi la maggior parte della popolazione italiana ed è in grado di offrire connettività sino a 700 Mbps. Grazie ai suoi investimenti sulla fibra ottica, l’operatore raggiunge più di 2.000 comuni con i suoi servizi su rete FTTC in grado di offrire velocità sino a 200 Mbps. Attualmente TIM lavora per ampliare la sua rete in fibra ottica e le sue reti FTTC e FTTH oltre a sviluppare le future reti mobile 5G.

Di

TIM è un brand del Gruppo Telecom Italia che offre servizi di connettività su rete fissa e mobile in Italia. In origine e sino a luglio del 2015, TIM identificava solo l’offerta mobile del Gruppo di telecomunicazioni. TIM, infatti, era l’acronimo di “Telecom Italia Mobile”. Tuttavia, a causa di una ristrutturazione del Gruppo, a partire dalla fine del 2015 sotto il brand TIM la società decise di mettere tutte le sue attività di rete fissa e di rete mobile.

Oggi, TIM è uno dei più importanti operatori TLC in Italia. Per numero di clienti è il primo nel settore della rete fissa e secondo in quello mobile dietro solo a Wind Tre. Al 30 settembre 2018, TIM poteva contare su 32 milioni linee mobili e 19,2 milioni accessi fissi.

TIM, la storia)

TIM nasce nel 1995 da una costola di Telecom Italia per occuparsi solamente dei servizi legati alla telefonia mobile. La società fu poi anche quotata in borsa. A TIM sono legati alcuni traguardi importanti come il lancio della carta prepagata ricaricabile. L’operatore fu il primo al mondo, nel 1995, a lanciare un sistema di tariffazione similare. Nel 1996, invece, introdusse gli SMS e nel 1999 iniziò a sperimentare le reti UMTS, quelle che tutti conoscono come 3G. Altro traguardo importante fu raggiunto nel 2002 con il lancio degli MMS. L’operatore fu il primo in Europa ad introdurre questa tecnologia che permetteva di inviare immagini assieme agli SMS.

Nel 2005, TIM torna all’interno di Telecom Italia grazie ad un’operazione di “buy-back” e l’anno seguente arriva la prima offerta convergente fisso-mobile: TIM Casa. Nel 2008 arriva “TIM Mobile payment” che permette di trasformare gli smartphone da strumenti per comunicare in vere e proprie piattaforme di pagamento. Altra data importante per TIM è il 2012 quando venne lanciato il primo servizio VDSL 2 con connettività sino a 30 Mbps in download e sino a 3 Mbps in upload in alcune città italiane. Servizio oggi molto capillare con velocità sino a 200 Mbps in download e 20 Mbps in upload.

Nel 2014 debuttano servizi di intrattenimento come TIMvision, TIMmusic, TIMreading e TIMgames. Il 2015 è un anno importante per TIM in quanto il Gruppo decide di mettere sotto questo brand tutta l’offerta di connettività di rete fissa e mobile.

TIM, la rete()

TIM dispone di una rete molto vasta. I numeri sono impressionanti. Per quanto riguarda la rete mobile, al primo dicembre 2018 il 99,8% della popolazione è raggiunta dai servizi 2G. Il 96% della popolazione, invece, è raggiunta dalla rete 3G di TIM. Per quanto riguarda i servizi 4G-LTE, TIM dichiara una copertura pari ad oltre il 98,4% della popolazione per un totale di 7.375 comuni. Di questi, 1.445 comuni sono raggiunti dalla rete LTE Advanced sino a 225 Mbps, 108 dalla rete LTE Advanced sino a 300 Mbps e 14 dalla rete 4.5G con velocità sino a 500 Mbps (8 sino a 700 Mbps).

Per quanto concerne i servizi di rete fissa, sempre al primo dicembre 2018 2.604 comuni sono raggiunti dalla rete FTTC fino a 100 Mbps. Di questi, 1.800 possono accedere velocità sino a 200 Mbps. La rete FTTH di TIM fino a 1000 Mbps raggiunge, invece, 116 comuni.

La copertura dei servizi ADSL supera il 99,4% della popolazione.

A questi dati va aggiunta la disponibilità capillare della rete in rame di TIM che raggiunge praticamente quasi tutte le abitazioni in Italia. TIM possiede, dunque, la più vasta rete in Italia.

Per poter verificare il livello di copertura dei servizi di rete fissa e mobile di TIM nella propria zona è disponibile un apposito tool all’interno del sito ufficiale dell’operatore.

Copertura TIM

TIM (immagine: TIM).

TIM sta attualmente lavorando allo sviluppo della rete 5G il cui lancio commerciale dovrebbe avvenire nel corso del 2019. L’operatore che è stato tra i protagonisti dell’asta per l’assegnazione delle frequenze per le reti di quinta generazione, sta portando avanti la sperimentazione di questa nuova tecnologia a Torino, a San Marino, a Bari ed a Matera.

Contestualmente, TIM continua nel suo lavoro di digitalizzazione dell’Italia ampliando la sua rete FTTC e FTTH per portare la banda ultralarga ad un numero sempre superiore di abitazioni. Nel 2018 TIM ha approvato il piano di scorporo della rete. Gli asset della rete dovrebbero confluire in una nuova società denominata Netco che rimarrebbe sempre di proprietà dell’operatore.

Tuttavia, gli attuali attriti tra Vivendi, maggiore azionista del Gruppo e il fondo Elliott che controlla il CDA hanno messo a rischio questo progetto. Al riguardo si parla, invece, di una possibile fusione con Open Fiber che sarebbe anche ben vista dal Governo Italiano.

TIM, la offerte mobile()

L’operatore offre diverse tipologie di tariffe che sono destinate sia ai clienti consumer che business. TIM è solito aggiornare le sue tariffe con frequenza per proporre ai suoi clienti vecchi e nuovi soluzioni sempre più ricche di contenuti. Il listino è quindi molto vasto e particolarmente variegato. Ci sono offerte all incluse che propongono traffico voce, Internet ed altri servizi (TIM Senza Limiti), altre sono pensate per i clienti under 30 (TIM Young) e altre ancora per gli over 60 (TIM 60+). TIM non si dimentica nemmeno di chi ha bisogno di tanto traffico Internet per poter navigare senza pensieri anche in mobilità (Internet 8/24/80/100/200GB). Non mancano nemmeno tariffe speciali per chi deve recarsi all’estero fuori dai confini europei.

Esistono anche tariffe solo dati da utilizzarsi all’interno di modem WiFi 4G per poter navigare anche in assenza di una linea di rete fissa. TIM propone anche una ricca selezione di smartphone, anche top di gamma come gli iPhone che possono essere abbinati ad offerte dedicate che permettono l’acquisto rateizzato del dispositivo mobile. Al riguardo si menziona la tariffa TIM Next che permette di cambiare smartphone con uno sempre nuovo ogni 12 mesi.

TIM Party è, invece, un programma fedeltà che premia i clienti più fedeli con premi o bonus. Tutte le offerte tariffarie di TIM sono valide anche in Europa salvo eventuali limitazioni ben evidenziate all’interno del piano tariffario.

TIM è anche solito proporre ciclicamente offerte speciali per conquistare i clienti di altri operatori, offerte operator attack, o i suoi vecchi clienti nel frattempo emigrati altrove, offerte winback. Queste tariffe, però, spesso possono essere attivate solo nei negozi e non online.

In ottica 5G, TIM ha annunciato un accordo con Vodafone per la condivisione delle risorse e delle infrastrutture per accelerare la copertura della rete ed abbattere i costi.

TIM, le offerte di rete fissa()

L’offerta attuale di TIM di rete fissa si basa sui piani “TIM Connect“.

Più nello specifico, TIM CONNECT XDSL è la nuova offerta che consente di disporre di connettività su rete FTTC/E al costo di 30 euro al mese. Questa tariffa include connettività sino a 200 Mbps in download e sino a 20 Mbps in upload su rete FTTC e sino a 100 Mbps in download e sino a 20 Mbps in upload su rete FTTE, oltre al il servizio TIMVISION. Costo di attivazione di 120 euro o di 10 euro al mese per 12 mesi. Chiamate a 19 centesimi al minuto più scatto alla risposta di 19 centesimi.

TIM CONNECT FIBRA/ADSL, invece, offre connettività su rete FTTH o su rete ADSL a 35 euro al mese. L’offerta di TIM include una linea di rete fissa con velocità sino a 1 Gbps in download e sino 100 Mbps in upload su rete FTTH e sino a 20 Mbps in download e sino a 1 Mbps in upload su rete ADSL. Presente anche il servizio TIMVISION. Costo di attivazione di 120 euro o di 10 euro al mese per 12 mesi. Chiamate nazionali incluse. TIM CONNECT FIBRA/XDSL/ADSL è una nuova offerta dedicata ai già clienti che propone una connessione di rete fissa con tecnologia FTTH, FTTC/E o ADSL a 40 euro al mese. Presente il servizio TIMVISION. Costo di attivazione di 120 euro o di 10 euro al mese per 12 mesi. Chiamate nazionali incluse.

TIM ha iniziato ad aprire le porta ad una discussione con Open Fiber che potrebbe portare, iniziamene, ad un qualche tipo di accordo commerciale per massimizzare gli investimenti nella fibra ottica.

TIM: adesione, negozi e ricariche()

Gli interessanti possono aderire alle tariffe mobile e di rete fissa di TIM sia online che nei punti vendita ufficiali dell’operatore sparsi sul territorio italiano. Per trovarli, l’operatore mette a disposizione un comodo tool online. Per quanto riguarda le offerte di rete fissa, è possibile addebitarne il costo su carta di credito, su conto bancario, oppure pagando con un bollettino postale.

TIM negozi

TIM (immagine: TIM).

Le offerte di rete mobile possono essere addebitate, invece, sul credito residuo, su carta di credito o sul conto corrente. In alcuni casi, a seconda delle offerte, possono essere previsti dei costi di attivazione, di disattivazione e di recesso. Proprio per questo è importante leggere con attenzione le schede di ogni offerta tariffaria.

TIM dispone di due app, MyTIM Fisso e MyTIM Mobile per gestire le offerte di rete fissa e mobile. Inoltre esistono diverse altre app che permettono di usufruire dei molteplici servizi che l’operatore propone ai suoi clienti.

TIM: portabilità()

I nuovi clienti TIM mobile possono richiedere la portabilità del loro numero. Richiedere la portabilità al momento dell’attivazione di una nuova SIM è facile e può essere richiesta attraverso un operatore chiamando il numero di assistenza 119, attraverso il sito ufficiale aderendo a qualche offerta, oppure in un punto vendita ufficiale dell’operatore. La portabilità viene eseguita entro 48 ore dalla richiesta se i dati forniti risulteranno corretti. Per l’eventuale migrazione del credito residuo dalla vecchia alla nuova SIM ci possono volere anche alcuni giorni in più.