Barack Obama, domande via Twitter

Barack Obama ha risposto alle domande dei cittadini USA provenienti da Twitter, grazie ad un evento organizzato dal Governo statunitense.

,

La politica passa anche da Twitter: notoriamente appassionato di tecnologia, il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha inaugurato il servizio di microblogging in qualità di strumento per i dibattiti politici. Nei giorni scorsi ha infatti risposto ad una serie di domande provenienti dai cittadini a stelle e strisce, i quali hanno potuto porre il proprio quesito al massimo rappresentante del Governo USA mediante l'hashtag #askobama. Il successo dell'iniziativa è rintracciabile nei numeri: in pochi giorni sono state circa 170 mila le domande ricevute, le quali sono state tuttavia filtrate da alcuni incaricati per estrarne solo le più importanti. Tweet dopo tweet, Obama ha risposto a domande sul lavoro, sul bilancio di stato, sui progetti e breve e medio termine e sulle iniziative che la presidenza degli Stati Uniti ha intenzione di promuovere nei prossimi mesi. In alcune occasioni, poi, le domande sono giunte anche in tempo reale, simulando un vero e proprio dibattito tra cittadini e Presidente, con i primi che hanno avuto modo di replicare alle risposte di Obama via Twitter. Il servizio di microblogging ha dunque dato dimostrazione di poter essere utilizzato anche in qualità di strumento ufficiale per il dialogo politico e di essersi evoluto rispetto ad alcuni anni fa.
Fonte: TechCrunch