Con Google DevArt il codice diventa forma d’arte

Può un linguaggio di programmazione dar vita a qualcosa che sia più di un software? Sì, secondo Google e Barbican, che annunciano il progetto DevArt.

,

Può un linguaggio di programmazione essere impiegato per dar vita a qualcosa che sia più di un software, una piattaforma o un servizio? Sì, secondo la visione di Google e Barbican, che la prossima estate allestiranno la galleria interattiva Digital Revolution a Londra, dove al posto di forme d'arte tradizionali come dipinti o sculture saranno protagonisti gli algoritmi. Gli "artisti digitali" possono già sottoporre le loro idee e creazioni attraverso le pagine del sito g.co/devart, nella speranza di essere selezionati e partecipare così all'esposizione nella capitale inglese.