Don’t be evil, Google: il focus sia sugli utenti

“Focus on the user”: il consiglio a Google arriva dai social network, i quali si schierano così compatti contro le nuove strategie annunciate dal motore.

,

I social network chiedono a Google di non smentire il proprio "don't be evil". Una iniziativa avviata da big quali Facebook, Twitter e Flickr punta il dito contro il motore e propone un plugin con il quale la ricerca sociale su Google può essere modificata. All'attuale offerta standard basata su Google+, infatti, possono essere aggiunte opzioni provenienti dai network più diffusi, suggerendo così pagine davvero inerenti e profili davvero ricchi di contenuto.

Se Google si focalizzasse meno sui propri servizi e più sugli utenti (di qui il nome "Focus on the user"), il risultato sarebbe migliore: l'accusa è questa e rappresenta un suggerimento anche alle autorità antitrust che stanno indagando su Google Search plus Your World. Un plugin al veleno, insomma, che Google è costretto ad incassare.