GoldFinger: nasce a Torino il guanto hi-tech

L’innovativo progetto GoldFinger nasce dalla collaborazione tra il Politecnico di Torino e il MIT di Boston: si tratta di un guanto altamente tecnologico.

,

Il progetto GoldFinger nasce dalla collaborazione tra il Politecnico di Torino e il MIT (Massachusetts Institute of Technology) di Boston. Si tratta sostanzialmente di un guanto hi-tech, un'interfaccia uomo-macchina che permette di impartire comandi a distanza attraverso il movimento della mano. A guidare il team l'ingegnere Giorgio De Pasquale, del Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Aerospaziale. A rendere il dispositivo particolarmente interessante è il sistema di autoalimentazione integrato: non necessita di alcuna ricarica, poiché in grado di generare energia dal movimento delle dita.