Microsoft progetta il desktop 3D

Microsoft sta progettando nei propri laboratori un sistema per il desktop 3D in grado di riconoscere i movimenti delle mani per la gestione delle finestre.

,

Uno schermo OLED, un dispositivo Kinect, uno spruzzo di buon software e la ricetta del desktop 3D è servita. A servirla sarà Microsoft, i cui laboratori sono una fucina inesauribile di idee innovative, molte delle quali finiscono poi nel dimenticatoio.

L'idea del desktop 3D risulta essere attualmente in fase di progetto con un apposito team di ricercatori che ha realizzato il prototipo mostrato in video, il quale illustra come sia possibile realizzare un sistema capace di rilevare i movimenti delle mani come segnali di input e di trasformarli in un qualcosa di comprensibile per il sistema di elaborazione. A differenza dei tradizionali desktop, poi, tutto è mostrato in tre dimensioni, con le finestre che si sovrappongono, si affiancano e creano un interessante effetto in grado di rivoluzionare il concetto di scrivania.

Il tutto è chiaramente ancora ben segregato nei cantieri di Redmond, in attesa che possa scattare quella scintilla in grado di trasformare il tutto in un prodotto commerciale.

Fonte: Gizmodo