Moto X, l’interazione con i comandi vocali

Moto X e l’interazione tramite comandi vocali: grazie all’hardware ottimizzato è possibile chiedere a Google Now di eseguire le operazioni più svariate.

,

Moto X evolve il concetto di interazione con uno smartphone tramite comandi vocali, grazie a un hardware ottimizzato per svolgere questo tipo di operazione. In qualsiasi momento l'utente può chiedere all'assistente Google Now di eseguire per lui le operazioni più svariate, come creare un promemoria oppure impostare una sveglia in modo da concedersi qualche minuto in più di sonno. Il dispositivo, personalizzabile per quanto riguarda la colorazione della scocca, è equipaggiato con il SoC X8 realizzato appositamente dal produttore statunitense, processore dual core, 2 GB di RAM e 16 o 32 GB di memoria interna.