QR code per la pagina originale

Tatsunoko vs. Capcom: Cross Generation of Heroes

Divertente, frenetico e soprattutto bello come i ricordi che risveglia

Voto WebNews
8,1
Data di uscita

11 Dicembre 2008

Giudizi
  • Giocabilità9,0
  • Grafica8,0
  • Sonoro7,7
  • Longevità7,7
Pro

Graficamente ineccepibile. Divertente e facile da giocare, ma mai banale

Contro

Disponibile solo come import. Interfaccia in giapponese. Assente il multiplayer

Di ,

Giocabilità

Tatsunoko VS Capcom: Cross Generation of Heroes si mostra subito come un classico beat’em up sullo stile di alcune famose serie della casa di Osaka come Marvel Vs Capcom e Capcom Vs SNK. Semplice e spettacolare, pone un forte accento sulla tattica di combattimento.

Gli scontri si basano infatti sull’utilizzo delle mosse individuali a disposizione di ciascun personaggio, all’impiego mirato ed intelligente di mosse super, che hanno il potere di finire l’avversario ma anche il contro effetto di prosciugare le risorse di chi le impiega, e infine alla possibilità di ricorre agli Striker. Lo Striker non è altro che il secondo combattente che è possibile scegliere nella schermata della selezione dei combattenti e il cui impiego ha un riscontro diretto nelle tattiche di combattimento.

Le altre, numerose novità del gameplay che Tatsunoko VS Capcom: Cross Generation of Heroes vi propone sono: la V. Counter, la V. Air Raid, il Baroque, il Mega Crush e la V.Combination.

Andando nel dettaglio, V. Conquer permette di contrattaccare l’avversario scambiando il combattente con il secondo personaggio scelto; la V. Air Raid permette invece di continuare anche in aria una combo iniziata a terra, moltiplicando così le hit inflitte al nemico; il Baroque è sostanzialmente una Cancel penalizzata; il Mega Crush è una reinterpretazione delle Save, che consente di liberarsi sia dalle Super che dalle combo che si stanno subendo.

Discorso a parte va fatto per le V.Combination, visto che rientrano nelle Super Moves. Queste sono dei colpi particolarmente spettacolari, che portano via all’avversario fino a tre quarti della sua energia. Queste super mosse sono molto distruttive e riescono a cogliere molto della natura del personaggio: Ryu, ad esempio, vomiterà tutta l’energia dell’Hadoken dalle sue mani in un sol colpo oppure brucerà l’avversario con una sequenza molto spettacolare di huppercut, finendo con uno classico Shoryuken di fuoco preso in prestito dalle tecniche dell’amico Ken Masters. Yattaman, invece, chiamerà il celebre cane robotico Yattacan (in Italia, NdR), il quale metterà a disposizione la potenza di un intero plotone di soldatini robot. Meglio non continuare con la descrizione, però, così da lascire a voi il piacere della sorpresa.

La quantità dei personaggi selezionabili è elevata: ben 22 combattenti tra cui Hurrican Polymar, la Squadra G, il Mago Pancione, Megaman, Soki di Onimusha, Viewtiful Joe e la Vital Suit PTX-40A di Lost Planet.

Giudizio tecnico

Tatsunoko VS Capcom: Cross Generation of Heroes offre una presentazione degna di un anime: dalla sigla iniziale del gioco si viene introdotti alla trama, che, per quanto essenziale, intende dare un senso al contenuto del gioco. Si scope così che uno strappo dimensionale nell’universo Tatsunoko, dovuto a non si sa quale “cattivo” di turno, riversa tutti i suoi personaggi nel mondo Capcom, dando subito il via a uno scontro tra i due eroi più famosi e rappresentativi delle due case nipponiche: Ryu contro Ken il falco!

Sotto il profilo grafico, Tatsunoko VS Capcom: Cross Generation of Heroes si presenta come uno dei più bei giochi in cell shading per Wii. Nonostante la grafica in 2D, i modelli sono poligonali. Durante i combattimenti, spesso sembra di essere nel bel mezzo di un anime: esplosioni gigantesche, ottime animazioni ed effetti di luce che non fanno sfigurare la console Nintendo davanti ai migliori titoli delle sorelle maggiori.

I comandi sono stati semplificati fino all’osso, con quattro pulsanti in totale che danno accesso a tutte le combinazioni possibili: in particolare, ce ne sono tre per gli attacchi (debole, medio e potente) e uno per attivare gli Strikers. In questo modo, le combo divengono più veloci da memorizzare e più efficaci nelle esecuzioni anche per chi non è proprio avvezzo al genere.

Per poter eseguire, ad esempio, 6 hit combo non si dovrà impazzire a cercare la combinazione giusta tra i sei tasti classici (tre tipi di calci e pugni) delle serie Capcom Vs, ma basterà premere in sequenza e nel giusto momento i pulsanti degli attacchi, la cui efficaci varia in base al contesto in cui ci si trova (aria o terra).

Purtroppo, pare che Tatsunoko VS Capcom: Cross Generation of Herpes sia destinato a restare confinato nel solo Giappone, a causa della difficoltà nel raggruppare tutti i diritti delle serie Tatsunoko negli Stati Uniti o in Europa. Quindi, per adesso l’unico canale per potersene accaparrare una copia è l’import.