VPN: quale scegliere per il tuo MacBook?

Sei un utente Apple alla ricerca di una VPN per il tuo MacBook? Ecco quali caratteristiche dovresti tenere in considerazione.
Sei un utente Apple alla ricerca di una VPN per il tuo MacBook? Ecco quali caratteristiche dovresti tenere in considerazione.

Sei un utente Apple e sei alla ricerca di una VPN da utilizzare con il tuo Macbook? Ciò che contraddistingue un buon servizio VPN da uno scadente sono una serie di fattori, che devono assolutamente essere considerati durante l’acquisto. Perciò, qualunque siano le tue esigenze, assicurati che la VPN che stai per acquistare segua questi quattro punti fondamentali.

1. Crittografia e protezione

Una VPN è una rete privata virtuale che, attraverso un tunnel crittografato, mantiene al sicuro la privacy dell’utente. Privacy è la prima parola chiave: assicurati che la policy del servizio sia chiara e trasparente. Verifica, inoltre, l’efficienza della protezione a seconda del livello di crittografia: fondamentale per mantenere al sicuro i propri dati anche dalle intercettazioni hacker che sfruttano le
reti Wi-Fi pubbliche per carpire informazioni personali.

2. Funzionalità

Una VPN con più opzioni e strumenti sarà più funzionale e soprattutto preferibile. Tool come “Kill Switch” sono un must-have per assicurare una connessione internet sempre sicura e protetta, anche da disconnessioni accidentali.

3. Aggirare i confini geografici

Sapevi che una VPN può “falsificare” la tua posizione per aggirare i limiti geografici, imposti soprattutto dai servizi di streaming online? Hulu, HBO Max, ma anche il catalogo Netflix estero: con una VPN è possibile accedervi in pochi clic. Assicurati che i server disponibili siano collocati in posizioni geografiche efficienti: a nessuno serve una VPN che offre una copertura limitata a un solo continente.

4. Assistenza clienti

L’assistenza clienti conta moltissimo in qualsiasi ambito, compreso quello dei servizi VPN. Avere un team specializzato sempre al tuo fianco per rispondere a dubbi o richieste è sicuramente comodo e dovresti orientarti su un servizio che offra anche questa opportunità. Non si sa mai quando potrebbe tornare utile un’assistenza clienti veloce ed efficiente.

PrivateVPN è compatibile anche con Apple

La privacy online è un diritto fondamentale. Per questo motivo proteggerla dai malintenzionati o dai siti web che raccolgono le nostre informazioni è importantissimo. PrivateVPN è un servizio studiato proprio per mantenere al sicuro l’identità dei propri utenti in rete, senza rinunciare a performance elevate e funzionalità. Con PrivateVPN la privacy è al primo posto: l’azienda applica, infatti, una rigorosa politica no-log e non registrerà alcun dato dalla tua attività online.

Offre, inoltre, protezione da perdita di connessione IPv6 e crittografia a 2048 bit con AES-256, uno dei più alti livelli di protezione di tipo militare. Include, inoltre, i protocolli di sicurezza OpenVPN, PPTP, L2TP, IKEv2 e IPSec. Dal punto di vista funzionale, PrivateVPN mette a disposizione larghezza di banda e velocità illimitate e server in 63 Paesi più popolari al mondo, per accedere a contenuti con restrizioni geografiche. È compatibile, oltre che con dispositivi Apple, anche con Windows, Android, Linux, Kodi ed è possibile installarla sul modem per una protezione completa di tutta la casa.

Per utilizzare PrivateVPN su dispositivi Apple è necessario, innanzitutto, sottoscrivere un abbonamento al servizio: a questo link è possibile risparmiare l’85% di sconto sul piano 36 mesi, che scende così a soli 1,97 euro al mese. Dopodiché basterà scaricare e installare l’apposita applicazione, effettuare il login e connettere la VPN per ottenere il massimo della privacy online.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti