QR code per la pagina originale

HP Slate 8 Pro: potente e ambizioso

HP Slate 8 Pro è un tablet Android 4.2 da 8 pollici con chip Tegra 4, slot microSD, uscita micro HDMI e fotocamera da 8 megapixel.

Prezzo

€ 349

Giudizi
  • Caratteristiche8,5
  • Design7,8
  • Prestazioni8,5
  • Qualità prezzo8
Pro

Potente e veloce grazie al Tegra 4, presenti slot microSD e micro HDMI, esperienza Android quasi stock, compatibile con Miracast

Contro

Risoluzione schermo non al top, peso e ingombro migliorabili, solo 1GB di RAM, assente versione 3g

Di , 30 Gennaio 2014

L’anti iPad mini?

HP Slate 8 Pro è un nuovo tablet da 8 pollici di fascia media, dotato di caratteristiche interessanti e di una scheda tecnica bilanciata, che, secondo le mire del produttore americano, dovrebbe andare a innestarsi in un segmento di mercato ancora sottoutilizzato nell’ambito dei dispositivi Android: quello degli schermi a diagonale intermedia tra le due fasce più popolari da 7 e 10 pollici.

Ci troviamo senza ombra di dubbio di fronte a un prodotto di qualità e realizzato con cura, con alcuni punti di unicità che potrebbero renderlo consigliabile agli utenti dotati di particolari esigenze, e proposto a un prezzo che, evidentemente, è ben consapevole di questi punti di forza: € 349 per la versione Wi-Fi, mentre non troviamo (almeno per ora) la possibilità di acquistare una versione 3g. Siamo dunque sopra la media dei prezzi tipici dei tablet Android di taglia piccola, e quasi in territorio iPad Mini Retina. Scopriamo se l’HP Slate 8 Pro ha le carte in regola per competere su questo mercato altamente concorrenziale.

Scheda tecnica e caratteristiche

Al cuore dello Slate 8 Pro troviamo un SoC Nvidia Tegra 4, dunque un quad core (4+1, per l’esattezza) con clock fino a 1.8 GHz e una scheda grafica, che sulla carta offre prestazioni sei volte superiori rispetto a quelle del precedente Tegra 3.

Lo schermo è, ovviamente, un 8 pollici in rapporto 4:3, con risoluzione di 1.600×1.200 pixel: non raggiunge dunque le densità di pixel estreme viste in altri modelli (come il Nexus 7 2013 o il già citato iPad Mini Retina), ma si attesta comunque su livelli più che buoni.

Galleria di immagini: HP Slate 8 Pro, le foto

La memoria integrata è di soli 16 GB, ma questo tablet offre una porta microSD che consente di espanderla a piacimento e rappresenta uno dei suoi punti di forza rispetto a svariati modelli concorrenti. È disponibile anche un’uscita micro HDMI, che consente dunque il collegamento a televisori e monitor senza la necessità di acquistare a parte adattatori MHL o Slim Port.

Per chi invece volesse realizzare connessioni senza fili, questo HP Slate 8 Pro integra la compatibilità alla tecnologia Miracast, che consente dunque lo streaming video wireless con dispositivi compatibili, un altro tratto distintivo piuttosto apprezzabile. È presente, infine, il consueto modulo GPS, così come il sensore di luce ambientale.

Meno vincente, a nostro giudizio, la scelta di dotare questo tablet di 1 solo gigabyte di RAM: lo standard dei dispositivi premium sta rapidamente diventando 2 GB, e l’HP Slate 8 Pro rischia di trovarsi presto lasciato indietro da questo punto di vista, dimostrandosi meno agile della concorrenza in compiti come il multitasking o il browsing Internet più intenso.

Il sistema operativo installato è Android 4.2 in una versione praticamente stock: è presente una leggera skin di HP, che corrisponde più che altro a una schermata di boot custom e in una serie di applicazioni proprietarie pre-installate, ma l’esperienza di utilizzo complessiva è assimilabile a quella di un dispositivo Android puro, cosa che senz’altro sarà apprezzata da chi non gradisce le “customizzazioni” più pesanti dei vari produttori.

Infine, la fotocamera posteriore (con flash LED) è da 8 megapixel, mentre quella anteriore cattura immagini e filmati a 720p.

Costruzione e design

A livello di design e realizzazione costruttiva, l’HP Slate 8 Pro è un prodotto sicuramente ben curato, con un impiego di materiali plastici di buona qualità e un form factor dagli angoli smussati e dal buon assemblaggio. Anche dal punto di vista estetico il tablet è gradevole: il frontale è, come di consueto per i dispositivi Android puri, completamente pulito, a parte il logo HP che campeggia in fondo allo schermo, al di sotto del quale troviamo la consueta porta micro USB, il jack per le cuffie, la già citata uscita microHDMI e i due speaker. Riguardo questi ultimi, avremmo apprezzato di più una disposizione sue due lati destro e sinistro (in posizione landscape), per avere una riproduzione audio stereo durante la visione di filmati.

Da notare il collocamento del bilanciere del volume, che è posto sul retro del dispositivo e non sul fianco: inizialmente, può risultare difficile da individuare (anche perché collima quasi perfettamente con la scocca), ma con il tempo e l’abitudine questo piccolo difetto sparisce.

Le dimensioni complessive sono di 220×141,5×9,9 mm: abbiamo dunque un tablet abbastanza ingombrante, e sia nell’impugnatura che nel trasporto si nota. Lo schermo da 8″, ovviamente, esige il suo spazio, ma anche le cornici dello Slate 8 Pro non sono tra le più sottili in circolazione, e con i suoi 9,9 mm di profondità questo dispositivo è mediamente voluminoso, per la fascia di prezzo in cui va a collocarsi.

Il tutto risulta in un peso di 451 g: lo Slate 8 Pro non è esattamente una piuma. Per fare un paragone, l’iPad Mini Retina pesa 120 g in meno (331g).

Performace e usabilità

Nell’impiego quotidiano, lo Slate 8 Pro dà buone soddisfazioni. L’OS è agile e snello, e garantisce una fruibilità elevata, con una navigazione delle schermate home fluidissima e senza alcuna esitazione. Ovviamente, il SoC equipaggiato è di notevole potenza ed è in grado di svolgere operazioni ben più complesse: questo tablet, infatti, risulta perfettamente a suo agio anche in fasi di gaming impegnative: titoli graficamente intensi come Real Racing 3 hanno restituito un’ottima giocabilità, con grafica sempre fluida e nessun singhiozzo.

Per fare un confronto diretto, lo Slate 8 Pro ha ottenuto nei benchmark con 3D Mark un punteggio di 13.878, contro i 14.343 dell’iPad Mini Retina e i 10.565 del Nexus 7 2013. Davvero molto rapido è anche il tempo di boot: questo tablet è perfettamente operativo dopo circa 25 secondi dalla pressione del tasto di avvio.

Anche l’esperienza di navigazione Web è buona, grazie alle proporzioni ampie dello schermo, che in questa come in altre applicazioni specifiche risultano migliori di quelle dei più stretti 7 pollici.

Parlando dello schermo, come già detto, troviamo una densità di pixel non eccezionale, ma la definizione è comunque molto buona e garantisce un’esperienza ottimale in quasi tutte le situazioni: solo i testi molto piccoli, se osservati da vicino, tradiscono una risoluzione non Full HD. A livello di angolo visuale e resa cromatica, questo schermo non rappresenta forse il top attualmente disponibile sul mercato (si nota, ad esempio, una lieve dominante calda nei colori), ma per un utilizzo standard è sicuramente più che sufficiente e valido.

Anche la reattività al tocco (fino a 10 punti supportati) ci è sembrata più che buona e ha consentito di svolgere anche i compiti più delicati come, ad esempio, la digitazione di testi sulla tastiera, con una precisione adeguata.

Discreta è anche la performance della fotocamera da 8 megapixel, che cattura immagini di buona qualità per la media dei dispositivi mobile.

Nella multimedialità, è buona la performance audio degli speaker integrati nel HP Slate 8 Pro, che si avvalgono della collaborazione con Beats Audio e restituiscono bassi sufficientemente pieni e profondi, anche se l’audio è caratterizzato da una forte direzionalità.

Infine, la batteria da 5.680 mAh garantisce una discreta autonomia, che, con un utilizzo normale, dovrebbe consentire tranquillamente di arrivare a fine giornata e oltre anche grazie alle comode opzioni di risparmio energetico connesse al Tegra 4 (che può, ad esempio, disattivare due dei suoi quattro core per ottimizzare i consumi). Ovviamente, il gaming con i titoli più intensi svuoterà la batteria in un lasso di tempo molto minore.

Verdetto

HP Slate 8 Pro è un tablet dalle buone qualità, dotato di caratteristiche molto interessanti (come l’espandibilità tramite microSD, l’uscita microHDMI e la compatibilità con tecnologia Miracast) e sicuramente potente a sufficienza per garantire un’esperienza ottimale, anche con i giochi più impegnativi.

Lo schermo da 8 pollici in rapporto 4:3 lo differenzia a sufficienza dai tablet Android più popolari (come il Nexus 7 o il Kindle Fire HDX) e lo rende una buona alternativa per chi ritiene i display da 7 pollici insufficienti per le proprie esigenze.

Tra i difetti di questo dispositivo segnaliamo peso e ingombro non proprio ai vertici della categoria, così come la densità di pixel. Da considerare anche la dotazione di un solo gigabyte di RAM e l’assenza di una versione 3g, che ovviamente può risultare un difetto fondamentale o, viceversa, un tratto del tutto trascurabile.

Il prezzo dello Slate 8 Pro rispecchia le sue qualità e la sua natura ambiziosa: € 349 sono una cifra elevata nel campo dei tablet Android sotto i 10 pollici e si avvicinano pericolosamente a quanto richiesto dal rivale diretto Apple. Con la sua dotazione particolare e la sua ottima potenza, però, questo tablet ci sembra comunque un’offerta interessante per chiunque sia attualmente alla ricerca di un dispositivo Android da 8 pollici.