QR code per la pagina originale

Netgear Arlo: sicurezza automatizzata

Netgear Arlo è un sistema di videosorveglianza senza fili per ufficio, casa e giardino, compatibile con un massimo di 15 videocamere.

A partire da

€ 299

In offerta su Amazon

€ 139

Giudizi
  • Caratteristiche8,5
  • Design8,5
  • Prestazioni8,5
  • Qualità prezzo8
Pro

Flessibilità, facilità d’uso, assenza di cavi, impermeabilità, gestisce fino a 15 videocamere

Contro

Audio assente, registra solamente nella cloud di Netgear, i più esperti non avranno accesso a nessun tipo di personalizzazione

Di , 6 Gennaio 2017

Netgear Arlo è un sistema di videosorveglianza con videocamere senza fili a batterie della durata di sei mesi. Disponibile in Italia a prezzi variabili a seconda della configurazione – da una, due, tre e quattro videocamere – è acquistabile online anche su Amazon, talvolta in offerta. Evoluzione di Netgear Arlo Q, non offre però la trasmissione audio del Netgear Arlo Pro, ma ha comunque diverse altre qualità, come evidenziato nella recensione che segue.

Netgear Arlo: prezzo ()

Netgear Arlo è disponibile in vari kit, che si differenziano nel numero di videocamere incluse assieme alla stazione ricevente. Perciò i prezzi partono da € 299 per salire fino a € 599,99. Per questa recensione è stato testato il kit con due videocamere, che include altrettanti supporti magnetici da parete e otto batterie.

Arlo è comunque in grado di gestire fino a 15 videocamere. Le singole unità addizionali sono infatti acquistabili a € 190 cadauna. Inoltre, se il bianco della plastica con la quale sono realizzate non si adattasse all’ambiente in cui si intende collocarle, si possono comprare cover in silicone avvolgente di altri colori (€27 l’una).

Netgear Arlo: durata delle batterie()

Una delle caratteristiche distintive del kit Netgear Arlo è senz’altro quella di non fare uso di fonti di energia che non siano le batterie, allo scopo di eliminare del tutto l’ingombro dei fili e consentire la massima libertà di disposizione e montaggio. Questa scelta contribuisce anche a semplificare le operazioni di configurazione.

Le batterie che adotta sono nel formato CR123, non le più economiche in generale come tipologia, ma in grado di offrire un’autonomia elevata. A seconda della tipologia e della frequenza d’uso di questo sistema di videosorveglianza, ogni unità dovrebbe difatti restare autonoma per almeno quatto mesi fino a un massimo di sei.

Netgear Arlo: telecamere()

Come anticipato in apertura, il kit del Netgear Arlo include, oltre alle telecamere, una stazione ricevente. Dall’aspetto del tutto simile a un router, va di fatto attaccata al router vero e proprio già presente in casa (o in ufficio). Una volta attive, le videocamere sono pronte per l’uso, registrando video alla risoluzione massima di 1280 x 720 pixel in H.264.

Le telecamere hanno una portata considerevole, pari a 90 metri dalla stazione ricevente, e difatti, nel test condotto in oltre un mese di utilizzo domestico in un appartamento di oltre 100 mq, non hanno mai dato problemi. Inoltre sono anche impermeabili (standard IP65) e resistenti al caldo e al freddo, e per questo sono ideali per il montaggio in ambienti esterni come terrazze e giardini.

Cosa da non sottovalutare, una volta connesse alla stazione, le videocamere possono essere spostate in altre stanze senza dover riconfigurare il sistema. In aggiunta, dispongono di un Led a infrarossi che ne consente l’utilizzo anche al buio, e hanno un angolo di ripresa di 130 gradi.

Le videocamere non dispongono invece di slot per schede SD. I filmati e le foto catturati sono salvati interamente ed esclusivamente sul servizio cloud di Netgear. Anche la configurazione avviene in remoto attraverso i server Netgear, dunque è indispensabile disporre di una buona connessione ADSL per poter usare il sistema Arlo.

Sono prive di microfono, quindi non catturano alcun suono né si attivano con il rumore. Tuttavia, dispongono di un motion detector che si è dimostrato sempre affidabile, attivando automaticamente la registrazione.

Infine, il sistema permette anche la visualizzazione in streaming dalle telecamere e include la funzione geofencing.

Netgear Arlo: costo dell’abbonamento()

La configurazione di Arlo è estremamente semplice e lineare e beneficia di istruzioni chiare e dettagliate. Una volta accesa la base ricevente, occorre collegarsi al sito web del produttore per creare un account e scegliere il tipo di abbonamento preferito.

Basic accetta fino a 5 videocamere, offre 1GB di spazio per l’archiviazione, vale a dire una settimana circa di riprese, ed è gratis; Premium offre invece 10 GB (ovvero un mese di riprese) per un totale di 10 videocamere e costa € 8,99 euro; al top c’è Elite, in grado di gestire 15 videocamere con ben tre stazioni riceventi contemporaneamente, ha ben 100 GB di storage (circa due mesi di riprese) e costa € 13,99 al mese.

Tutte le restanti operazioni sono gestite tramite browser o app per iOS e Android: alla base ricevente viene automaticamente assegnato un IP e a quel punto basta premere il tasto Sync su di esso e su ciascuna videocamera perché la sincronizzazione avvenga.

Galleria di immagini: Netgear Arlo, le foto

Una volta attivo, l’utilizzo di Arlo si conferma semplice. Tutto è piuttosto intuitivo grazie all’app stessa, il cui menu è suddiviso in poche semplici pagine, ciascuna dedicata a una particolare funzionalità. Poiché le videocamere non sono sempre attive, è possibile, ad esempio, accenderne una, o tutte, avviare una registrazione o fare una foto, vedere e gestire le registrazioni passate, programmarne di nuove e disattivare o ricalibrare la sensibilità del motion detection. Il tutto sempre da remoto.

Questo fa di Netgear Arlo un sistema per la sicurezza estremamente pratico e alla portata di tutti. Unico neo sta proprio in questo, quanto meno per quegli utenti che amano avere un maggiore controllo e posseggono nozioni di rete: Netgear ha adottato un sistema chiuso, basato su una personalizzazione dello standard Wi-Fi 802.11n.

Netgear Arlo: opinioni

Netgear Arlo è sicuramente uno dei migliori sistemi di videosorveglianza oggi sul mercato e il migliore per la videosorveglianza di ambienti esterni. Facile da configurare e da usare, non è però economico né in fase di acquisto né di utilizzo in abbonamento.

Per garantire la sicurezza e l’impenetrabilità del suo sistema, Netgear ha infatti prediletto un approccio centralizzato per la gestione dei video tramite cloud proprietaria, di fatto proponendo un servizio, sì, chiavi in mano ma costoso.

In cambio dell’esborso si ottengono però fluidità e affidabilità del segnale, flessibilità nella configurazione multicamera e una qualità video decisamente buona, persino anche al buio. Unico assente, l’audio (comunque disponibile, in e out, nella versione Pro del prodotto).