QR code per la pagina originale

Panasonic Viera TX-L42ET60E: tv economico che non si risparmia

Panasonic Viera TX-L42ET60E è un televisore LCD da 42 pollici a tecnologia LED 3D con My Home Screen, la nuova interfaccia che rende la TV davvero Smart.

Prezzo

€ 899

Giudizi
  • Caratteristiche8
  • Design8
  • Prestazioni7
  • Qualità prezzo8,7
Pro

Elegante, Smart TV e My Home Screen, 3D efficace ed economico, buona qualità dell’immagine

Contro

Nero non ai massimi livelli in stanze oscurate, sezione audio un po' chiusa

Di , 29 Marzo 2013

Un televisore elegante

Il Panasonic Viera TX-L42ET60E è un televisore LCD da 42 pollici a tecnologia LED 3D e fa parte della gamma media dell’azienda giapponese. Della stessa serie sono disponibili anche modelli da 55, 50 e 47 pollici. La tecnologia 3D è del tipo passivo e il televisore ha in dotazione due paia di occhiali. Quando si osserva il televisore, si nota subito la sua eleganza.

La cornice è sottilissima e in color argento, mentre sul fondo è presente una striscia trasparente all’interno della quale sono incastonati i LED di controllo che conferisce al pannello una forte e appagante personalità. Il supporto è di forma rettangolare, perfettamente in linea con l’essenzialità e il minimalismo del televisore. Lo spessore del pannello, pur non raggiungendo i record visti su altri modelli, rimane sottile.

L’unico appunto che ci sentiamo di fare al Panasonic Viera TX-L42ET60E riguarda la non perfetta accessibilità delle prese. Avremmo preferito che almeno un paio di porte fossero più a portata di mano per eventuali connessioni volanti. Invece, per farlo è indispensabile accedere al pannello posteriore. Sul lato costruzione, tutto appare ben solido e fatto per durare, il pannello non si flette e l’aggancio al supporto rotante, dopo aver ben stretto le viti di collegamento, è sicuro e affidabile.

Con le sue nuove serie di televisori, Panasonic ha introdotto molte novità, soprattutto per quanto riguarda il sistema di gestione del televisore, che ora è più flessibile, più completo, ma anche più elegante e divertente. La novità principale è sicuramente l’interessantissimo My Home Screen.

My Home Screen

Quando si accende il Panasonic Viera TX-L42ET60E, la prima cosa che appare è il My Home Screen. È una schermata personalizzabile che mette subito a disposizione dello spettatore le funzioni che usa più di frequente. Questa schermata iniziale è, quindi, una sorta di hub dal quale è possibile selezionare fino a undici tra app, widget e servizi.

Il sistema ha già preinstallate tre diverse schermate tra le quali scegliere: TV Home Screen, Lifestyle Screen, Info Screen. Il fattore più importante, però, è la possibilità di crearne altre inserendovi gli elementi e gli strumenti più apprezzati. Costruire queste nuove pagine iniziali è una procedura semplicissima e può essere eseguita senza leggere alcun manuale. Nello stesso modo, è molto facile scegliere quale delle diverse pagine disponibili debba diventare il My Home Screen. È sufficiente premere sul telecomando del Panasonic Viera TX-L42ET60E il grande tasto HOME, spostarsi con i cursori tra le diverse pagine e scegliere quella che interessa premendo OK.

I servizi che Panasonic mette a disposizione come Smart TV, sono moltissimi, e comprendono la possibilità di fare acquisti on-demand di film, serie TV, documentari, musica e molto altro ancora. Ovviamente, nel caso si preferisse, il My Home Screen può anche aprirsi direttamene sulla trasmissione televisiva a tutto schermo.

Per muoversi sui diversi Widget presenti sul My Home Screen, si usano i tasti direzionali, e per attivare un servizio, si preme il tasto OK. Questo sistema è pratico e intuitivo, ma soprattutto utile e funzionale. In questo modo la televisione si trasforma in un centro servizi a disposizione di tutta la famiglia, veloce e reattivo. Tra le funzioni a disposizione, c’è anche un completo browser.

Tutte le regolazioni che servono

Panasonic Viera TX-L42ET60E

Il menu delle regolazioni del Panasonic Viera TX-L42ET60E è facile da navigare e intuitivo. Rispetto a precedenti versioni, è stato semplificato ed è usabile da chiunque. È possibile intervenire su molti parametri anche se, probabilmente, i più esperti avrebbero preferito avere a disposizione qualche elemento in più.

Riteniamo, comunque, che le funzioni messe a disposizione siano perfettamente in linea con la gamma della quale fa parte il TV, che nella fattispecie non rappresenta il top di gamma della nuova linea Viera. Consigliamo, comunque, di provare e di navigare il menu delle regolazioni e di personalizzare l’immagine secondo le preferenze, anche se i valori di default sono già soddisfacenti.

Tra le tecnologie integrate nel pannello, c’è l’Adaptive Control Backlight che modifica l’intensità dell’illuminazione dei LED secondo quanto trasmesso sullo schermo istante per istante. Lavora bene ma, per evitare di perdere qualche dettaglio nelle luci durante le scene più scure, consigliamo di regolarlo sul suo valore minimo.

Riteniamo buono l’angolo di visione che raggiunge il valore di 178 gradi, sia orizzontale sia verticale. Ciò permette a più persone, anche non in asse con il televisore, di vedere immagini dai colori e dai toni appropriati. Ottime notizie per quanto riguarda le connessioni.

Infatti, nel Panasonic Viera TX-L42ET60E abbiamo tutto ciò che serve, comprese 3 HDMI e 2 USB. A seguire c’è una connessione condivisa component/composito, un ingresso RGB SCART accessibile tramite adattatore, una porta Ethernet, l’ingresso per l’antenna, l’uscita per cuffie, l’uscita audio digitale e lo slot per scheda SD. È presente anche l’ingresso per schede Common Interface per l’accesso a programmi a pagamento sul digitale terrestre.

Livello del nero e 3D

Il Panasonic Viera TX-L42ET60E è un buon televisore di gamma media, lo si capisce subito dalla risoluzione. Non raggiunge i picchi dei modelli più costosi, certo, ma mostra immagini precise e giusto qualche leggera imperfezione è percepibile quando sono mostrati ampi scenari come, per esempio, dei panorami.

Il pregio maggiore di questa TV è, probabilmente, la sua elevate luminosità. È piacevole ed efficace e permette di avere delle ottime immagini anche quando la sala è molto illuminata. In questo caso, il nero riesce a mantenersi su dei buoni livelli, garantendo un’appropriata profondità anche in questa critica situazione di visione. Di contro, perde leggermente qualcosa quando la sala è totalmente al buio.

Il nero appare meno profondo, anche se rimane comunque su livelli più che accettabili. A mantenere tutto su livelli qualitativi ottimali contribuisce anche il contrasto, che equilibra bene le aree più illuminate con quelle più scure, mostrando immagini fluide e lineari senza picchi o eccessi di luminosità.

Per quanto riguarda il 3D, il Panasonic Viera TX-L42ET60E integra la tecnologia passiva. Come tale, ha vantaggi e svantaggi. I primi stanno soprattutto nei costi: un televisore 3D a tecnologia passiva costa meno e costano molto meno i relativi occhiali. Addirittura è possibile usare, se se ne hanno, anche quelli che distribuiscono al cinema durante la proiezione di film 3D. È quindi, la soluzione migliore nel caso di famiglie numerose o se si vogliono invitare molti amici a vedere una partita di calcio in 3D. Di contro, la tecnologia attiva, a fronte di costi molto maggiori, garantisce una qualità del 3D superiore, soprattutto durante la riproduzione di immagini in veloce movimento, come durante i film di azione.

Detto ciò, la qualità del 3D passivo del TX-L42ET60E è di buon livello. La tridimensionalità c’è e si fa vedere con particolare appagamento. Non ci sono sfarfallii evidenti e anche gli inevitabili limiti durante le scene più dinamiche sono mantenuti entro livelli più che accettabili e ai massimi di questa tecnologia. Buona anche la riproduzione dei colori durante le scene in 3D. Sono solo leggermente offuscati e sottotono, d’altronde, a causa degli occhiali leggermente scuri.

2D in HD e definizione standard

Panasonic Viera TX-L42ET60E

Per verificare la qualità delle immagini in 2D ad alta definizione, abbiamo connesso il Panasonic Viera TX-L42ET60E anche a un lettore Blu-ray. I risultati sono stati soddisfacenti e in linea con la sua gamma di mercato.

Il TV mostra un buon numero di dettagli e di particolari, e i colori sono riprodotti fedelmente. Nelle scene d’azione non abbiamo notato scie o sfarfallii mentre il livello del nero ha mostrato i limiti ai quali abbiamo già accennato, forse più evidenti in fase di lettura critica della scena che apprezzabili realmente durante una coinvolgente visione di un film.

Il Panasonic Viera TX-L42ET60E esegue molto bene le operazioni di downscaling. La visione di programmi a definizione standard è più che buona ed è a livelli migliori rispetto a quella riscontrata su precedenti modelli Panasonic, segno evidente di un buon lavoro in evoluzione da parte dei tecnici.

Abbiamo connesso il televisore anche a una console di videogiochi. Il risultato è stato buono, ma non eccezionale, con qualche limite dovuto al refresh dell’immagine che non sempre riesce a stare al passo con l’azione in giochi tipo sparatutto.

Infine, la sezione audio: è discreta, c’è la potenza e la profondità, ma avremmo preferito avere una maggiora ariosità, soprattutto durante i dialoghi che sembrano leggermente compressi e ovattati.

Conclusione

Il Panasonic Viera TX-L42ET60E è un buon televisore a LED, in grado di garantire un ottimo rapporto/qualità prezzo. Offre, a un prezzo interessante, il 3D, tanta tecnologia e alcune interessantissime funzioni, a partire dall’elevata personalizzazione del My Home Screen.

È consigliabile soprattutto per la visione in ambienti illuminati, è elegante e può essere collocato con facilità in qualsiasi tipo di arredo o soluzione d’interni. I limiti dei quali abbiamo parlato sono quelli tipici della gamma media dei televisori LCD LED, anzi, i tecnici Panasonic si sono superati e, in alcune aree, abbiamo una resa superiore a quella di altri modelli simili.

Il 3D è piacevole, i colori sono realistici, la definizione adeguata e le funzioni della Smart TV sono tante e tutte ben fruibili. Inoltre, il W-Fi integrato aiuta a sfruttarle nel migliore dei modi e senza difficoltà di sorta.

Chiudiamo parlando del telecomando. Ha delle dimensioni accettabili e permette di accedere facilmente alle diverse funzioni del televisore. Dopo un minimo di pratica, è facile riconoscere i pulsanti al tatto, anche in una stanza buia. Per il resto è il solito strumento al quale tutte le aziende di televisori prestano meno attenzione di quanto forse meriterebbe.

Questa pagina riproduce un articolo originale di Webnews.it e può essere utilizzata unicamente per finalità personali e non commerciali. L'originale si trova all'indirizzo https://www.webnews.it/?p=852328 che può essere raggiunto utilizzando il QR Code pubblicato accanto al titolo (se presente).