novità

openoffice

Credit:Wikipedia OpenOffice è una suite di produttività che rappresenta l’alternativa “open” e gratuita della suite Microsoft Office. Di proprietà Sun Microsystems, la suite propone software quali Writer (editor testuale), Calc (fogli di calcolo), Impress (presentazioni), Base (database) ed altri ancora. Per motivi di copyright al nome è stata aggiunta a titolo ufficiale la desinenza “.org” Link ufficialeScheda su Wikipedia

Schermaglie
Web e Social

Schermaglie

Microsoft vs PLIO (da PC World): Il gap con OpenOffice penso che sia riconosciuto: l’attuale versione di OpenOffice è uno strumento che ancora oggi non reputo all’altezza di Office XP, non di Office 2010, sia per il ritorno sull’investimento, sia per la fedeltà della formattazione dei documenti. Ci sono alcuni problemi storici, come ad esempio

OpenOffice: guida al download e all’installazione
Imaging

OpenOffice: guida al download e all’installazione

Una guida semplice e veloce che spiega i passi necessari all’utilizzo di OpenOffice, suite per l’ufficio che rappresenta una valida alternativa alla più tradizionale soluzione Microsoft (giunta alla versione Office 2010), mostrando le operazioni necessarie al download del pacchetto dal sito ufficiale e alla sua installazione.

Un forum per OpenOffice
Web e Social

Un forum per OpenOffice

L’Associazione PLIO, Progetto Linguistico Italiano OOo, annuncia la nascita del forum italiano di OpenOffice.org, che si aggiunge alla mailing list [email protected] e al newsgroup it-alt.comp.software.openoffice e fornisce un’ulteriore opzione di supporto in lingua italiana agli utenti della suite per ufficio open source più conosciuta e utilizzata in Italia e nella maggior parte dei Paesi europei.

OpenOffice rilasciato in versione 3.2
Software e App

OpenOffice rilasciato in versione 3.2

Maggior reattività, maggior compatibilità, miglioramenti generali nelle funzionalità: nell’anno di Oracle e del decennale dalla nascita del progetto, OpenOffice lancia la versione 3.2 della suite e si prepara a nuovi record. Con l’Italia in prima fila