Notizie su zopa

Zopa non è più Zopa: annunciata Smartika

Giacomo Dotta, 13 Dicembre 2011 - Il servizio di social lending Zopa diventa Smartika, si stacca dalla casa madre e cerca una nuova ripartenza con nuovo nome e nuova organizzazione.

Il ritorno di Zopa: sarà un Istituto di Pagamento

Giacomo Dotta, 29 Marzo 2011 - Zopa comunica di aver ricevuto il nulla osta dalla Banca d'Italia: il servizio di social lending può ripartire sotto la forma di Istituto di Pagamento.

Zopa rimane nel limbo

Giacomo Dotta, 28 Dicembre 2010 - La Banca d'Italia ha chiesto ulteriori chiarimenti a Zopa, dunque il social lending del gruppo continua a rimanere bloccato

Zopa, obiettivo novembre

Giacomo Dotta, 6 Agosto 2010 - Zopa Italia è pronta a ripartire: dopo aver annunciato l'entrata di un nuovo socio nella società, il gruppo ha ora ufficialmente depositato la nuova richiesta di autorizzazione alla Banca d'Italia per tornare ad operare nel mondo del social lending

Zopa, il social lending riparte entro Ottobre

Giacomo Dotta, 7 Luglio 2010 - Zopa sta per proporsi alla Banca d'Italia con un nuovo socio (ancora non ufficializzato) ed in qualità di Istituto di Pagamento: l'approvazione è prevista entro 90 giorni, quindi entro il mese di Ottobre il social lending di Zopa potrebbe ripartire

Zopa, obiettivo 2010

Giacomo Dotta, 16 Ottobre 2009 - Chi si ricorda la storia di Zopa, il servizio di social lending fermato dalla Banca d’Italia? Noi no, e continuiamo a seguire da vicino la questione. Questo l’ultimo fugace aggiornamento: Da un punto di vista della tecnologia dobbiamo fronteggiare i tempi relativi allo sviluppo e al testing della operatività con la moneta elettronica. Più delicata […]

Zopa alla ricerca di un nuovo DNA

Giacomo Dotta, 11 Settembre 2009 - Zopa ha aggiornato i propri utenti circa lo stato dei fatti dopo la sospensione imposta dalla Banca d'Italia. Il gruppo sta progettando manovre correttive passando a un portafoglio elettronico e ipotizzando una nuova natura giuridica per ripartire da zero

Boober fermo: altra mazzata sul social lending

Giacomo Dotta, 4 Agosto 2009 - Anche Boober è stato fermato: a distanza di poche settimane da Zopa Italia, anche Boober deve fare i conti con la Banca d'Italia. Le motivazioni sono radicalmente differenti, ma il risultato è simile: Boober può proseguire, ma non può accettare iscrizioni

Zopa, pubblicato il decreto di cancellazione

Giacomo Dotta, 15 Luglio 2009 - Con atto di pubblica trasparenza, Zopa ha pubblicato il decreto che impone la cancellazione della società di social lending dall'elenco generale dei soggetti operanti nel settore finanziario. Maurizio Sella, CEO Zopa Italia, promette battaglia legale

Il social lending non è un’opinione

Giacomo Dotta, 15 Luglio 2009 - L'intervento della Banca d'Italia su Zopa lascia qualche perplessità in quanto a tempi e modi. Tutto verte su di una interpretazione tecnico-giuridica che ha però bloccato le operazioni di prestito. Il social lending si coalizza in attesa di una soluzione

Possono bloccare il lending, ma non il social

Giacomo Dotta, 15 Luglio 2009 - C'è qualcosa di romantico nel caso Zopa. Perché quando si tocca il danaro, si sa, tutto è freddo calcolo. Eppure in Zopa si è scatenato qualcosa.

La Banca d’Italia diffida Zopa: stop al “prestito P2P”

Cristiano Ghidotti, 13 Luglio 2009 - Lo scorso venerdì la Banca d’Italia ha diffidato Zopa dal proseguire la propria attività, in un meccanismo di prestiti finanziari che sul Web ha già preso il nome di social lending. Prestito sociale, una sorta di passaggio di denaro diretto tra chi ne vuol prestare e chi vuole usufruirne, senza lo step centrale di un […]

Zopa, ecco i motivi della sospensione

Giacomo Dotta, 13 Luglio 2009 - Zopa è stata esclusa da parte del Ministero dell'Economia e delle Finanze dall'elenco degli intermediari finanziari ex art. 106 a causa di un vizio congenito nella natura stessa del social lending: le somme in attesa di prestito configurano un deposito

Fermeranno il social lending? (update)

Giacomo Dotta, 13 Luglio 2009 - La Banca d’Italia ha fermato Zopa. La notizia giunge come un fulmine a ciel sereno e Zopa Italia è costretta a sospendere immediatamente le attività di prestito. Nessuna conseguenza sui prestiti già in essere: chi ha prestato denaro lo riceverà secondo la normale cadenza di restituzione, ai tassi pattuiti e senza perderci alcunché. Tale somma, […]

La Banca d’Italia ha fermato Zopa

Giacomo Dotta, 13 Luglio 2009 - Zopa non è più abilitata a svolgere il suo servizio di intermediazione nei prestiti ed è quindi costretta ad interrompere le attività di credito tra persone: un secco comunicato notifica l'intervento della Banca d'Italia ed il blocco di Zopa.it

Zopa: 1 anno, 30000 utenti, 4000000 di euro

Giacomo Dotta, 23 Gennaio 2009 - Seguiamo Zopa fin dagli esordi. L’abbiamo accolto come esempio importante del mondo del Social Lending, ed abbiamo così misurato poco per volta la carica innovatrice, i vantaggi e l’etica approcciati. In questi giorni è giunto il primo giro di boa: Zopa Italia ha festeggiato il suo primo anno di età. Un anno vissuto intensamente, un […]

La mia Zopa è differente

Giacomo Dotta, 16 Ottobre 2008 - Zopa US ha chiuso i battenti. Nessuno ha perso denaro, ma la divisione USA ha preferito defilarsi dal mercato perchè costretta ad un modello differente, e non redditizio, rispetto alle omologhe divisioni UK e italiana. Zopa Italia ci spiega perchè

O il materasso, o il social lending

Giacomo Dotta, 8 Ottobre 2008 - Mettere i soldi sotto il materasso non è una scelta logica né tantomeno redditizia. In questo momento di grave incertezza economica e di sfiducia nel sistema bancario, però, è possibile investire i propri risparmi? Il social lending rivendica un ruolo

Denaro più facile, dall’Olanda arriva Boober

Danilo Suraci, 4 Febbraio 2008 - Sembra proprio che si stiano moltiplicando le piattaforme online mediante le quali sarà possibile ottenere prestiti di denaro direttamente dal web. Dopo ZoPa.it (zona di possibile accordo) giunge dall’Olanda Boober. Il meccanismo è pressoché lo stesso, nel senso che si possono bypassare gli istituti creditizi attraverso uno scambio di denaro peer to peer. Boober.it (la […]

ZOPA.it: prestiti peer to peer

Danilo Suraci, 1 Febbraio 2008 - Zopa, acronimo di Zona di Possibile Accordo, basa il suo fondamento sulla creazione di una comunità on-line nella quale interagiscono direttamente i richiedenti (gli utenti che richiedono un prestito) ed i prestatori (gli utenti che investono denaro prestandolo ad altri) senza alcuna intermediazione, ottenendo pertanto le migliori condizioni per entrambi. Ciò significa tassi più bassi […]