L’attesa mobile provoca stress

Un secondo di attesa per il buffering dei contenuti o il caricamento di un selfie possono causare uno stress paragonabile a quello di un film horror.

,

Un solo secondo di attesa per il buffering dei contenuti o durante il caricamento di un selfie possono causare uno stress paragonabile a quello provato con la visione di un film horror. Di conseguenza, questo può influire sulla valutazione dei brand da parte degli utenti. È quanto svela uno studio condotto da Ericsson, in collaborazione con Vodafone, che mette in relazione l'esperienza offerta dalle applicazioni mobile con la risposta neurologica dei loro utilizzatori, facendone emergere la risposta emotiva. In questo modo si aiutano gli operatori a ottimizzare le loro reti, attraverso investimenti mirati e focalizzati su ciò che conta davvero. Un approccio particolarmente importante ora che si sta per entrare nell'epoca del 5G.