QR code per la pagina originale

ASUS ROG GL552VW: il gioco si fa duro

ASUS ROG GL552VW è un notebook da 15,6" per videogiocatori, basato su Intel i7, NVIDIA GeForce GTX 960M, 16GB di RAM e tantissimo spazio di archiviazione.

7,9
  • Recensione
Prezzo

€ 1.100

In offerta su Amazon

€ 1.209

Giudizi
  • Caratteristiche8,4
  • Design7
  • Prestazioni8,6
  • Qualità prezzo7,7
Pro

Performance elevate, ampia capacità di archiviazione, display di ottima fattura

Contro

Peso non indifferente, batteria di scarsa durata, scomodità del poggiapolsi

ASUS ROG GL552VW lo trovi anche su    Scopri gli sconti

Di , 24 maggio 2016

Progettato per chi non vuole mai separarsi dalla sua “macchina da gioco” oppure per chi vuole un laptop potente e decisamente poco discreto, ASUS ROG GL552VW è probabilmente uno dei portatili della serie ROG (Republic Of Gamers) più interessanti di casa Asus.

Design

Il GL552VW si presenta come un classico computer da gaming ed è disponibile in due versioni: con una scocca totalmente in plastica nera oppure con la parte posteriore dello schermo in metallo grigio ed il resto della scocca in plastica nera. Entrambe hanno un motivo particolare, nel retro dello schermo, che fa somigliare il GL552VW a una macchina da corsa o a un aereo (il motivo, a detta di Asus, è ispirato ad un aereo caccia F-22).

La tastiera è a isola ed è retroilluminata da numerose luci led rosse in linea con i dettagli di scocca e trackpad, rossi anch’essi. La stessa luce illumina anche il logo di Asus Republic of Gamers nel retro.

Sempre riguardo la tastiera, l’effetto è molto piacevole sia alla vista che al tatto. I tasti sono a membrana, ma estremamente reattivi, con una corsa di appena 1,8 mm, e sono singolarmente retroilluminati; in particolare, i tasti WASD sono evidenziati sia dai bordi luminosi sia da un rilievo che consente di ritrovarli agevolmente senza staccare gli occhi dallo schermo.

L’unico lato negativo del design è la forma eccessivamente spigolosa della scocca e degli angoli delineati molto nettamente che, sebbene a schermo chiuso diano un aspetto molto aggressivo e piacevole da vedersi al ROG GL552VW, alla lunga può risultare fastidiosa per i polsi durante la scrittura, data la forma poco ergonomica del poggiapolsi.

Display

Il display dell’ASUS ROG GL552VW è un non eccessivo, ma nemmeno contenuto, pannello da 15,6 pollici che – con una risoluzione di 1920×1080 – è uno schermo perfetto per qualsiasi tipo di attività, dai videogiochi ai film, e non per forza da soli.

Il monitor, infatti, sembra invogliare alla condivisione, dato il trattamento che lo rende quasi completamente antiriflesso e un angolo di visione eccezionale che permette di contemplare nitidamente, e senza alcuna distorsione, forme e colori anche con un angolo di 178°.

Ovviamente uno dei punti forti del GL552VW è la scheda grafica, una NVIDIA GeForce GTX 960M con 4 GB di RAM che, oltre a renderizzare senza alcuna difficoltà qualsiasi cosa, dalle pagine web alle finestre di Windows, permette di portare sempre con sé una efficiente macchina da gioco.

La GTX 960M offre prestazioni abbastanza elevate da permettere di giocare a qualità alta, se non massima, con tutti i videogiochi più recenti, sempre mantenendosi fra i 30 e i 60 fps (e probabilmente permetterà di giocare ad una buona qualità video anche per i prossimi 2-3 anni).

Prestazioni

In fatto di prestazioni, ASUS ROG GL552VW risulta molto efficiente, come è giusto aspettarsi da un gaming PC. Il laptop è infatti equipaggiato con un processore quad-core Intel Core i7 6700HQ con frequenza base di 2.6 GHz (overclock fino a 3.5 GHz) e 6 MB di memoria cache.

Il sistema di raffreddamento è abbastanza efficiente, ma in alcuni momenti in cui l’hardware è messo sotto sforzo non riesce a compensare, e rimanere a contatto con il poggiapolsi può risultare fastidioso. Per questo motivo, unito alla scomodità delle linee, è sconsigliabile l’utilizzo della tastiera per lunghe sessioni di gioco.

Allo stesso tempo è sconsigliabile poggiarlo sulle gambe o su superfici morbide in generale, meglio utilizzarlo su superfici rigide come un tavolo.

Il portatile gestisce tranquillamente numerosi tab di Google Chrome e parecchie finestre aperte, e si comporta molto bene con operazioni complesse come caricamenti di aree di videogiochi, come si evince da alcuni test effettuati su Dark Souls 3 dai quali risulta che il caricamento dell’area delle “Mura del Castello di Lothric” (una scena molto ricca di dettagli) richiede in media 8 secondi.

Inoltre sul GL552VW sono stati eseguiti alcuni benchmark: uno con GeekBench 3 sul processore e due con PassMark su processore e drive. Il test con GeekBench 3 ha messo in evidenza un punteggio di 3388 in single-core e di ben 12894 in multi-core. L’i7 6700HQ si posiziona quindi circa 1000 punti sotto al i7 6700K in single-core e leggermente sopra l’Intel Xeon E51620 v2 in multi-core.

Sulla CPU è stato anche eseguito un benchmark con Passmark e il risultato ottenuto è stato di 2623, il che posiziona il ROG GL552VW nella categoria medio-alta.

Anche le prestazioni dell’SSD sono nella media, con 502 MB/s in lettura e 126 MB/s in scrittura. Insieme alla potenza del processore, contribuiscono alle prestazioni anche i 16 GB di RAM DDR4 con frequenza di 2133 MHz e la GPU, che lavora invece a 1096 MHz.

Sempre riguardo i drive, questo ROG è equipaggiato con un HDD da 1 TB o 2 TB e con un SSD da 128 GB o 256 GB, il che permette non solo di avere un notevole spazio di archiviazione, ma anche un sistema operativo scattante, soprattutto con Windows 10 Home Edition preinstallato.

Connettività

Dal lato della connettività, ASUS ROG GL552VW è molto ben attrezzato, con ben 4 porte USB, di cui una USB 2.0 (con velocità di trasferimento di 400 Mbit/s), 2 USB 3.0 (con velocità di trasferimento di 4.8 Gbit/s) e persino 1 USB 3.1 TYPE C (con velocità di trasferimento di 10 Gbit/s). Inoltre è dotato di una porta HDMI, una LAN e uno slot per SD (SD/ SDHC/ SDXC/ MMC).

Sul bordo sono anche presenti due porte jack per microfono e cuffie mentre, sopra la tastiera, si trovano due casse molto potenti e con una buona diffusione, ma con un suono non proprio nitidissimo.

Infine sul fronte wireless è dotato di un modulo Wi-Fi compatibile con 802.11 b/g/n o 802.11 ac (WiDi) e un Bluetooth 4.0.

Autonomia

ASUS ROG GL552VW non è pensato per lunghe sessioni di utilizzo sconnesso dalla linea elettrica e, di conseguenza, è dotato di una modesta batteria da soli 3200 mAh.

Nonostante questo, il sistema gestisce abbastanza bene le proprie risorse energetiche permettendo alcune ore di utilizzo mediamente intenso in piena autonomia.

Ad esempio il portatile è riuscito ad arrivare a 3 ore abbondanti di utilizzo con luminosità media, riproduzione musicale su YouTube tramite casse integrate, navigazione Internet con diversi tab aperti e scrittura su Microsoft Word.

Di contro il caricabatterie è eccessivamente grande per un portatile che necessita di essere ricaricato in continuazione e sarebbe sicuramente potuto essere più discreto.

Conclusioni

Asus ROG GL552VW chiaramente non è un computer portatile bensì un desktop replacement e non è nemmeno adatto per tutte le esigenze. Esso è rivolto a un tipo di utente specifico, il videogiocatore, è in tal senso un’ottima scelta.

Grandi performance, velocità, potenza, capacità di archiviazione e uno schermo favoloso (anche se non 4K) in delle dimensioni abbastanza contenute per un PC da gaming (385x255x32.4 cm) sono i suoi punti forti.

Peccato che il peso (2,591 kg), la scomodità nell’utilizzo, la batteria non eccellente e, infine, il prezzo medio di €1100 rischino di scoraggiare molti l’acquisto almeno per alcuni utenti.

Notizie su: ,