iPhone 14 di Apple migliorerà questo aspetto del telefono?

Un nuovo rumor svela che Apple potrebbe incrementare la batteria di iPhone 14 utilizzando un nuovo modem 5G realizzato da TSMC: i dettagli.
Un nuovo rumor svela che Apple potrebbe incrementare la batteria di iPhone 14 utilizzando un nuovo modem 5G realizzato da TSMC: i dettagli.

Nel corso degli ultimi anni Apple ha enormemente migliorato la batteria dei propri iPhone integrando moduli sempre più capienti e ottimizzando in maniera ancora più aggressiva l’hardware: in queste ore un rumor svela che il prossimo iPhone 14 potrebbe fare affidamento su una batteria capace di garantire un’autonomia ancora superiore.

Infatti, in base alle informazioni pubblicate in rete, scopriamo che il colosso di Cupertino avrebbe incaricato TSMC – la più grande fabbrica di semiconduttori al mondo – di realizzare il chip 5G che troverà posto all’interno della nuova serie degli smartphone Apple.

Ecco come Apple vuole migliorare la batteria dell’iPhone 14

Alcune persone informate dei fatti, inoltre, hanno sottolineato che l’azienda di Tim Cook si sarebbe rivolta a TSMC dopo aver abbandonato la fonderia di Samsung: sembra, ma in questi casi non c’è nulla di confermato, che la soluzione offerta dal colosso sudcoreano non abbia rispettato gli standard qualitativi richiesti da Apple.

Per tale motivo il colosso hi-tech si sarebbe rivolto a TSMC e al suo processo produttivo a 6 nm: la dimensione del chip 5G garantirebbe ad Apple lo spazio interno necessario per introdurre una batteria più capiente di quella presente sulla serie iPhone 13. Quando si tratta della gestione degli spazi di un device spesso pochi millimetri, la più piccola variazione interna permette di accomodare componenti migliori.

L’iPhone 13 Pro Max è attualmente in grado di garantire fino a 19 ore di utilizzo continuativo navigando sul web, un valore incredibilmente alto e di quasi 5 ore superiore di quello offerto dall’iPhone 12 Pro Max, e per la serie iPhone 14 si pensa che Apple possa sfondare per la prima volta in assoluto il traguardo delle 20 ore consecutive con una singola carica.

Resta solo da capire se l’azienda accompagnerà il nuovo modulo con una ricarica rapida in grado di offrire molte ore di utilizzo anche a fronte di 30 minuti di carica: da questo punto di vista la controparte Android è anni luce più avanti con molti device muniti di ricarica rapida anche da 150 W.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti