QR code per la pagina originale

LG G8s ThinQ: lo smartphone che riconosce la mano

LG ci riprova con una innovativa Z Camera in grado di vedere le vene della mano e con specifiche da top di gamma.

8,7
  • Recensione
Prezzo

€ 769

In offerta su Amazon

€ 399

Giudizi
  • Caratteristiche9
  • Design8,7
  • Prestazioni8,7
  • Qualità prezzo8,5
Pro

Design, resa fotografica, display

Contro

UI un po’ troppo pesante, autonomia al di sotto delle aspettative, AirMotion ancora acerbe

Di , 5 Luglio 2019

LG torna quest’anno con un doppio flagship per la sua famiglia G, e al G8 Thinq riservato ai mercati coreano e nordamericano affianca LG G8s Thinq nelle altre regioni, compresa l’Europa. Le differenze non sono notevoli e si limitano principalmente alla configurazione del modulo fotografico e alla risoluzione del display, mentre su entrambi i modelli esordiscono delle innovative funzioni per interagire con il terminale senza toccarlo. Vediamo come funziona e come abbiamo valutato il nuovo smartphone dell’azienda coreana.

LG G8s ThinQ: confezione e design ()

Il contenuto della confezione comprende, oltre allo smartphone, un caricabatteria da 18W, un cavo USB Type-C, delle cuffiette stereo, una custodia in silicone morbido trasparente, l’estrattore della SIM e i manuali d’uso.

Le dimensioni del terminale sono di 155,3×76,6x8mm ed il peso di 181 grammi. Con un design elegante e linee curve morbide, LG G8s è costruito con un frame in metallo ricoperto in vetro Gorilla Glass 6 sia davanti che dietro. Il display OLED da 6,21” ha risoluzione FHD+, formato 18,7:9, gamma di colori DCI-P3, certificazione HDR10 e tecnologia Dolby Vision, e sebbene nel 2019 tutte le aziende abbiano lavorato per proporre soluzioni a tutto schermo o interruzioni ridotte come gotch o foro, LG ha mantenuto un ampio notch nella parte alta del display.

Il notch sulla parte superiore del display contiene la capsula auricolare, la fotocamera frontale ed un nuovo modulo chiamato Z Camera composto da un sensore ToF e un emettitore di infrarossi, usato per un miglior riconoscimento biometrico e per alcune gesture touchless.

Sulla parte posteriore dello smartphone sono posizionati la tripla fotocamera con flash, il sensore d’impronta e i loghi LG.

Ai lati abbiamo sulla parte alta un microfono per la cancellazione dei rumori; a destra il tasto di accensione in una insolita (e alquanto scomoda) posizione sull’estremità superiore e lo slot per la dual SIM; a sinistra i tasti volume e il tasto dedicato al Google Assistant; in basso la porta USB Type-C, la griglia altoparlante, un microfono e il jack audio da 3,5mm.

LG G8s ThinQ: scheda tecnica ()

La piattaforma utilizzata da LG per il suo flagship 2019 è basata sull’ormai ben rodato chipset Qualcomm Snapdragon 855 con grafica Adreno 640. La versione disponibile in Italia è quella con 6GB di RAM e 128GB di memoria di archiviazione UFS 2.1, espandibile con microSD fino a 2TB.

La tripla fotocamera posteriore è composta da un sensore principale da 13MP con apertura f/1.8, pixel da 1.4µm, lunghezza focale di 26mm per una visione a 78°, stabilizzazione ottica ed elettronica e dual PDAF, in grado di catturare anche video con risoluzione fino a 4K@60fps; a questo si affiancano un teleobiettivo 2X da 12MP con apertura f/2.6, pixel da 1µm, lunghezza focale di 52mm per una visione di 47,7, e un ultra-grandangolo da 13MP con apertura f/2.4, pixel da 1µm, lunghezza focale di 16mm per una visione di 136°.

La fotocamera frontale invece è composta da un sensore da 8MP con apertura f/1.9, pixel da 1,12µm, lunghezza focale di 25mm per una visione di 80° e autofocus, ed è in grado di registrare video fino a una risoluzione di 1080p@60fps. Accanto a questa è presente un nuovo modulo che LG ha chiamato Z Camera e che ha lo scopo di raccogliere informazioni dettagliate sulla distanza grazie a un sensore a infrarosso e a un sensore Time of Flight (ToF). La Z Camera serve a dare una maggior affidabilità ai metodi di sblocco biometrico (il riconoscimento facciale e la novità del riconoscimento delle vene della mano) e a interagire con lo smartphone attraverso le AirMotion, ovvero una serie di gesture senza toccare il terminale.

L’audio è stereo grazie alla combinazione dello speaker in basso da 1,2W con la capsula superiore da 1W, mentre se utilizziamo delle cuffie subentra il 3D Surround DTS:X messo a punto in collaborazione con Meridian.

LG G8s supporta tutte le bande di frequenza utilizzate nel nostro paese e a livello globale, con velocità massima di download in 4G di 1,960Gbps (LTE Cat.20). Le connettività comprendono il WiFi Dual Band, il Bluetooth 5.0 con supporto ai protocolli audio AptX HD, NFC, e i servizi di localizzazione GPS, Glonass, Galileo e BDS. Per quanto riguarda i sensori è ormai scontata la presenza di accelerometro, giroscopio, barometro, magnetometro, e dei sensori di prossimità e di luminosità. La porta USB Type-C supporta la connessione OTG ma anche l’uscita video DisplayPort.

La batteria agli ioni di litio ha capacità di 3550mAh e supporta sia la ricarica rapia Quick Charge 3.0 da 18 Watt che la ricarica wireless con standard QI. Inoltre il device è certificato IP68 e può quindi resistere a polveri e spruzzi d’acqua ma anche all’immersione per un massimo di 30 minuti e fino a 1,5 metri di profondità, sebbene sia sempre sconsigliato immergere completamente lo smartphone in acqua di mare o in piscine con cloro.

Infine il software, con la più recente versione di Android 9 Pie e l’interfaccia personalizzata LG che modifica abbastanza la grafica e aggiunge una moltitudine di applicazioni spesso non necessarie, oltre a funzionalità utili come il Knock Code per sbloccare lo schermo.

LG G8s ThinQ: prezzo ()

LG G8s ThinQ è disponibile nelle colorazioni Mirror Black e Mirror Teal al prezzo consigliato di €769.

LG G8s ThinQ: recensione ()

Dopo qualche settimana in compagnia con il nuovo LG G8s ThinQ, vediamo quali sono state le nostre impressioni.

Anche quest’anno LG ha portato delle innovazioni sul suo smartphone flagship, presentando la Z Camera e le AirMotion, una tecnologia sicuramente interessante e che probabilmente potrà portarci a interagire in maniera differente con smartphone e computer nei prossimi anni, ma che per il momento possiamo definire ancora acerba. Le gesture disponibili sono poche e non di utilizzo così comune, e lo sblocco con il riconoscimento delle vene della mano non ci sembra così utile come quello con l’impronta digitale o il riconoscimento del viso. Staremo a vedere come queste tecnologie evolveranno in futuro e se davvero prenderanno piede.

Per il resto possiamo dire che il G8s è un terminale solido e ben progettato, come da tradizione LG. Bello il design, con linee morbide e arrotondate ed un effetto specchiato sul back che purtroppo attira molto anche le impronte ma che sarebbe un peccato coprire con una custodia.

Il display è molto bello e dall’ottima resa cromatica, degno dei TV prodotti da LG, ed è veramente un piacere guardarlo in tutte le condizioni di luce ambientale. Peccato per l’ampio notch, necessario per far spazio alla Z Camera oltre che alla selfie cam e ai sensori. E buono l’audio progettato in collaborazione con Meridian come per le casse stereo della divisione Home Entertainment di LG, sebbene la tecnologia DTS:X ci sia sembrata inferiore alla Dolby Atmos adottata da altri produttori di smartphone.

Buone le prestazioni in generale, ormai abbiamo parlato abbondantemente del processore Snapdragon 855, e sebbene l’interfaccia software di LG sia piuttosto pesante se confrontata con quella di Android stock non abbiamo notato alcun calo di performance. E a proposito della UI dobbiamo segnalare la presenza di troppe app proprietarie e una notevole modifica della sezione impostazioni che non sarà semplice da gestire per chi è abituato ad usare l’interfaccia standard di Google.

Promossa senza alcun dubbio la fotocamera: anche con questo terminale la serie G conferma di competere a testa alta nel settore fotografico. Foto e video sono di buona qualità e dai colori ben definiti, buono il bokeh nei ritratti o nei panorami, e buona la resa anche in condizioni di luminosità ridotta. Fra le modalità aggiuntive della fotocamera di LG troviamo la possibilità di scattare quattro foto in sequenza e salvarle come GIF animata, uno scatto storia che cattura quanto inquadrato sia dalla cam posteriore che da quella frontale e unisce i due scatti in uno unico, e la possibilità di trasmettere in diretta su YouTube.

Ci saremmo forse aspettati qualcosa in più dalla batteria, ma con un uso normale del terminale non ci sono comunque problemi ad arrivare a sera.

Complessivamente il G8s ThinQ è un device solido e ben progettato, con qualche aspetto sicuramente migliorabile con i prossimi aggiornamenti software ma in generale dalle prestazioni soddisfacenti, e proposto ad un prezzo ragionevole.