QR code per la pagina originale

Oppo Reno 10X Zoom

Oppo Reno 10X Zoom presenta una tripla fotocamera posteriore con zoom ibrido 10X e l’ormai iconico modulo pop-up a pinna di squalo.

Prezzo

€ 799

Giudizi
  • Caratteristiche9
  • Design9,3
  • Prestazioni9,3
  • Qualità prezzo9
Pro

Resa fotografica, design, prestazioni

Contro

Peso superiore alla media, assenza impermeabilità e ricarica wireless

Di , 1 Luglio 2019

Non è ancora passato un anno dallo sbarco ufficiale di Oppo in Italia, e in questi mesi l’azienda ha rilasciato diversi terminali in grado di differenziarsi dalla massa in termini di design e caratteristiche. Fra questi c’è sicuramente la famiglia Oppo Reno, che al modello base aggiunge la versione flagship: Oppo Reno 10X Zoom è caratterizzato da una tripla fotocamera con zoom lossless 10X e zoom digitale fino a 60X, oltre che dall’innovativa fotocamera frontale “a pinna di squalo”.

Oppo Reno 10X Zoom: caratteristiche ()

All’interno della confezione di vendita troviamo lo smartphone, il caricabatteria VOOC da 20W, un cavo USB Type-C, degli auricolari stereo in-ear con corpo in metallo dello stesso colore dello smartphone, una custodia, una pellicola protettiva del display preapplicata, l’estrattore della SIM e la manualistica.

Le dimensioni sono di 162×77,2×9,3mm e lasciano spazio a un ampio display AMOLED da 6,6 pollici con risoluzione Full HD+ e rapporto 19,5:9 con gamma di colori DCI-P3 e protezione Gorilla Glass 6; il peso è piuttosto elevato, e pari a ben 210 grammi.

La parte anteriore dello smartphone è completamente occupata dal display, con un rapporto screen to body pari al 93,1% e fra i più alti dell’industria. Sul retro troviamo la tripla fotocamera a filo del terminale, cosa ormai rara e sicuramente apprezzata, il modulo per l’autofocus ibrido, un microfono, l’O-Dot leggermente sporgente per proteggere la fotocamera quando il telefono è poggiato su un tavolo, e i loghi dell’azienda su un profilo lucido che risalta sulla cover in vetro satinato. Ai lati abbiamo invece sulla parte alta il modulo pop-up, che comprende la capsula auricolare, la fotocamera frontale con flash e il flash dual LED posteriore oltre a un secondo microfono per la cancellazione dei rumori; a destra il tasto di accensione; a sinistra i tasti volume; in basso la porta USB Type-C, un terzo microfono, la griglia altoparlante e lo slot per la dual SIM ibrida.

Oppo Reno 10X Zoom: scheda tecnica ()

Come per la maggior parte dei flagship del 2019, anche Oppo ha scelto di adottare una piattaforma Qualcomm Snapdragon 855 sul suo smartphone di punta, chipset con architettura a 7nm con 8 core fino a 2,84GHz e grafica Adreno 640; per la memoria c’è un taglio unico con 8GB di RAM e ben 256GB di archiviazione, eventualmente espandibile con microSD fino a 256GB andando a sacrificare l’uso di una seconda SIM.

La fotocamera posteriore è composta da un sensore principale Sony IMX586 da 48MP con apertura f/1.7, pixel da 0,8µm in configurazione quad-Bayer per ottenere scatti da 12MP con pixel da 1,6µm, doppia stabilizzazione ottica + elettronica e autofocus ibrido a Laser + PDAF + contrasto; a questo si aggiungono un sensore ultra-wide da 8MP con apertura f/2.2 e lunghezza focale da 16mm, ed un teleobiettivo 10X da 13MP con apertura f/3.0, OIS e lunghezza focale di 160mm. I video possono essere registrati solo dalla fotocamera principale con risoluzione fino a 4K@60fps.

La fotocamera frontale è invece da 16MP con apertura f/2.0, lunghezza focale di 26mm (wide) e flash LED, e può registrare video fino a 1080p@30fps.

Le connettività comprendono il supporto a tutte le reti 2G, 3G e 4G LTE in uso nel nostro paese, con una velocità massima di download pari a 1,2Gbps (LTE Cat. 18), il WiFi 802.11 a/b/g/n/ac dual band, il Bluetooth 5.0 con supporto ai protocolli audio AptX HD, NFC, tutti i sistemi di localizzazione (GPS con A-GPS dual band, Glonass, Galileo, BDS), USB On-The-Go. Fra i sensori non mancano luminosità, prossimità, giroscopio, accelerometro e magnetometro; presente poi il sensore d’impronta sotto al display e la tecnologia Dolby Atmos per sfruttare al meglio gli altoparlanti stereo.

La capacità della batteria ai polimeri di litio è di 4065mAh, con supporto alla ricarica rapida VOOC 3.0, e il sistema operativo è ColorOS 6 basato su Android 9 Pie.

Oppo Reno 10X Zoom: prezzo ()

Oppo Reno 10X Zoom è disponibile nelle principali catene di elettronica nelle colorazioni Ocean Green e Jet Black al prezzo consigliato di €799.

Oppo Reno 10X Zoom: recensione ()

Abbiamo usato Oppo Reno 10X Zoom per qualche settimana e dobbiamo dire che ci è piaciuto veramente molto! Bello esteticamente, dalle ottime prestazioni e con una fotocamera in grado di catturare immagini belle in ogni condizione, il terminale è probabilmente il miglior flagship del 2019. Ma esaminiamo i vari aspetti nel dettaglio.

Del design e del modulo a scomparsa ne abbiamo già parlato nella recensione del modello base Oppo Reno, quindi non ci dilungheremo molto nel ripetere quanto Oppo abbia lavorato per rendere questo terminale gradevole alla vista e anche costruito curando tutti i dettagli al meglio, compresi i test per aprire e chiudere la selfie camera 100 volte al giorno per oltre cinque anni. Buono il display, con una luminosità che permette una buona visione anche alla luce diretta del sole, che sebbene non abbia una certificazione HDR ha comunque un’ottima resa cromatica e rende piacevole guardare film e serie. Molto buono anche l’audio con tecnologia Dolby Atmos e altoparlanti stereo.

Passando alle prestazioni, ormai conosciamo molto bene questo processore Snapdragon 855, presente su quasi tutti i flagship del 2019; ma il processore non è tutto, e se fra i vari terminali che lo montano qualcuno comunque stenta a causa di un software non ottimizzato, non è sicuramente il caso di Oppo Reno 10X Zoom. La ColorOS 6 ha subito un deciso rinnovamento rispetto alla versione precedente e il sistema non presenta alcun rallentamento indesiderato. Troviamo ancora preinstallate alcune applicazioni di troppo come da tradizione asiatica, ma possono essere tranquillamente ignorate. Presente anche una modalità specifica per il gioco, in modo da ottimizzare le prestazioni e consentire una maggiore concentrazione. Soprattutto per le sessioni di gioco Oppo ha integrato un sistema di raffreddamento a gel e grafite in grado di tenere la temperatura del terminale sempre sotto controllo. Buono poi lo sblocco con impronta digitale, uno dei pochi casi in cui il sensore sotto al display funziona come si deve, e buono il riconoscimento facciale con la rapida comparsa della fotocamera pop-up per eseguire l’operazione.

Fra i punti di forza di Oppo Reno 10X Zoom c’è sicuramente la fotocamera: al sensore principale da 48MP si aggiungono un grandangolo da 120° e un teleobiettivo periscopico. Il risultato è sempre buono, e siamo rimasti sorpresi soprattutto dalla Ultra Night Mode 2.0 e dal dettaglio delle foto in modalità ritratto. Possiamo sicuramente dire che questo è uno dei pochi smartphone dotati di modalità notturna che riesce veramente a scattare buone foto con pochissima luce, anche se il software della Google Camera su Pixel 3 rimane il migliore in circolazione. Sorprendenti gli scatti con elevato zoom: Oppo Reno 10X Zoom può arrivare a scattare foto con zoom lossless 10X, ma aggiungendo lo zoom digitale riusciamo ad arrivare addirittura ad un ingrandimento 60X! La qualità dell’immagine non è sicuramente dettagliata come per gli ingrandimenti inferiori, come è normale trattandosi di uno zoom digitale, ma siamo rimasti piacevolmente sorpresi da come lo smartphone riuscisse a vedere dettagli molto lontani spesso non visibili ad occhio nudo. Buona anche la qualità e la stabilizzazione dei video, e buono il dettaglio catturato dalla selfie camera.

Promossa anche la batteria, che riesce a garantire oltre una giornata intera di autonomia ed aggiunge il supporto alla ricarica rapida VOOC 3.0 da 25 Watt, sebbene il caricabatteria in confezione supporti solo il VOOC 2.0 da 20 Watt. In ogni caso la ricarica è molto veloce e non comporta surriscaldamento del device. Peccato per l’assenza della ricarica wireless, non essenziale ma di certo gradita con la crescente diffusione di accessori compatibili con il sistema QI. Assenti anche una certificazione IP per garantire l’impermeabilità dello smartphone ed il jack audio da 3,5”, che alcuni utenti ancora desiderano usare.

In conclusione possiamo dire che Oppo Reno 10X Zoom è uno smartphone decisamente valido. Rispetto al modello base abbiamo un display più grande, una batteria più capiente, ma soprattutto un chipset più avanzato e un modulo fotografico superiore. Il prezzo di vendita di €799 è più basso di quello di molti altri flagship, ma le prestazioni sono spesso anche superiori ai terminali concorrenti e più costosi, motivo per cui possiamo dichiarare che il flagship 2019 di Oppo è sicuramente uno dei migliori attualmente in commercio.