Forza Horizon 3 – Video Recensione

Dopo Francia e Italia, Forza Horizon, spin-off della serie Forza Motorsport ora al terzo capitolo, sposta i suoi bolidi a quattro ruote in Australia.

,

Forza Horizon 3 parte da quanto di buono visto nei primi due capitoli della serie con qualche perfezionamento. Il videogiocatore si trova all'interno di un contesto di gioco aperto, dove può girovagare a bordo del suo bolide a quattro ruote senza troppi pensieri. Ovviamente ci sono anche degli obiettivi, rappresentati da vari eventi ed attività secondarie proposte dal Festival automobilistico, da sempre il cuore pulsante dell'esperienza veicolata da Forza Horizon. C'è però una differenza sostanziale rispetto al passato: in Forza Horizon 3 non si partecipa passivamente alle gare e alle sfide del festival, ma è il giocatore stesso ad organizzarle (oltre ovviamente a parteciparvi) in quanto Capo del Festival.

La scelta di rendere il giocatore il Capo del Festival e non più un semplice partecipante è molto interessante dal punto di vista del coinvolgimento, dello sviluppo e presentazione dei contenuti, ma poco significativa sul fronte del gioco vero e proprio. Una novità secondo noi più di forma che di sostanza.

Per quanto riguarda i contenuti, proprio come per le precedenti edizioni, sono copiosi, vari e sempre molto divertenti. Se si è amanti dei bolidi a quattro ruote, sarà quasi impossibile annoiarsi giocando a Forza Horizon 3. Siamo di fronte ad un prodotto frizzante, velocissimo nel proporsi sin dai primi minuti di gioco, che getta il giocatore in pista e lo mette di fronte a sfide e situazioni continuamente differenti fra loro.

Chi ama le quattroruote deve assolutamente fare suo questo Forza Horizon 3. Un prodotto completo, ricco di contenuti, graficamente eccezionale e dotato di una componente sociale degna di nota grazie ai drivatar. Unico neo: non risultata particolarmente incisiva sul gameplay la scelta di mettere il giocatore nei panni di Capo del Festival.