QR code per la pagina originale

Super Mario Galaxy 2

Shigeru Miyamoto firma l'ennesimo capolavoro della sua carriera!

Voto WebNews
9,5
Data di uscita

11 Giugno 2010

Giudizi
  • Giocabilità9,8
  • Grafica9,4
  • Sonoro9,3
  • Multiplayer9,5
  • Longevità9,5
Pro

Level Design da oscar. Sistema di controllo praticamente perfetto. Modalità Multiplayer più ricca ed efficace. Comparto grafico spettacolare

Contro

Nulla di rilevante da segnalare

Di ,

Trama

Super Mario Galaxy 2 approda su Wii forte dello strepitoso successo registrato dal suo predecessore, che, riscrivendo molti dei dogmi strutturali alla base dei platform game, seppe conferire nuova linfa a un genere da tempo vittima di una profonda crisi concettuale.

Come da tradizione, la nuova avventura del baffuto idraulico italiano ruota intorno alla ricerca della sua amata Peach: un’impresa che lo spingerà a solcare i confini di un pittoresco universo zeppo di sorprese, nonché a incrociare nuovamente i guantoni col perfido Bowser.

In analogia con il primo capitolo della serie, Super Mario Galaxy 2 trova gran parte del suo irresistibile appeal in un level design straordinariamente ispirato, che, giocando con forme e colori, troverà sempre il modo di stupire il giocatore. Esplorare i confini dei mondi costituenti le varie galassie accessibili rappresenta davvero un’esperienza unica, i cui estremi sono paragonabili a una gita in un vero e proprio Luna Park virtuale. Nel tentativo di accumulare le 242 stelle magiche disseminate in giro per lo spazio,  Mario (o Luigi, nel caso in cui il giocatore scelga di utilizzarlo al suo posto, NdR) non sarà soltanto costretto a cimentarsi in ogni sorta di evoluzione concepibile, ma anche chiamato a risolvere rebus particolarmente intricati, con conseguenze prevedibili sulla versatilità del gameplay.

Giusto in proposito, è davvero stupefacente notare l’efficienza del sistema di controllo abbinato a quest’ultimo: benché l’originalità di alcune soluzioni concettuali rischiasse di mettere a dura prova l’incisività del binomio Wiimote/Nunchuck, gli sviluppatori sono riusciti a mantenere costante il coefficiente di accessibilità delle manovre, garantendo, di rimando, un grado di sfida sempre equilibrato e mai frustrante.

Se, dal punto di vista tecnico, ci troviamo sostanzialmente dinnanzi a un onesto upgrade del comparto visivo in forza al primo Mario Galaxy, una particolare enfasi va data alle novità strutturali introdotte per impreziosire ulteriormente il bagaglio ludico del secondo capitolo. Dimostrando di aver tenuto bene a mente i desideri espressi dai fan in questi ultimi anni, Shigeru Miyamoto e il suo team hanno, ad esempio, lavorato parecchio sull’affinamento della Modalità Multiplayer, rendendo molto più appagante il ruolo svolto dal secondo giocatore.

Non di meno, si è provveduto all’innesto di una discreta rappresentanza di Poteri Speciali inediti: oltre a potersi avvalere di ulteriori Power Up Elementali in grado di favorirgli particolari affinità con rocce e nuvole, Mario avrà difatti a disposizione anche una trivella in grado di scavare buche tanto profonde da consentirgli di attraversare interi pianeti come se nulla fosse.

Nel segnalare, infine, il graditissimo ritorno di Yoshi, sottolineiamo con un certo entusiasmo il debutto della Marionave: un vascello spaziale dal look piuttosto singolare, che andrà a sostituire l’Osservatorio di Rosalinda nel ruolo di “warp area” tra una dimensione e l’altra.

Casomai ce ne fosse davvero bisogno, chiudiamo questa recensione consigliando caldamente l’acquisto di Super Mario Galaxy 2 ai possessori di Wii e, più in generale a chiunque ama i videogame nel senso più puro del termine!