QR code per la pagina originale

Non tiriamo troppo il cavo… HDMI

,

Con il diffondersi nelle nostre case dell’alta definizione e di un numero di apparati per l’intrattenimento domestico sempre in crescita risulta sempre più difficile sistemare vicini tra loro tutti i dispositivi con il conseguente aumento di intrecci di cavi.

Ora per collegare i nuovi lettori DVD, Blu Ray, Hd-dvd o la nostra consolle next generation (PS3, Xbox360, Wii) in alta definizione il cavo più comune da utilizzare è il cavo HDMI.

Ma partiamo dall’inizio cosa significa HDMI?

HDMI è l’acronimo di High-Definition Multi-media Interface, un sistema completamente digitale per l’interfaccia di tutti gli apparati audio e video digitale ad Alta Definizione (HD).

Infatti con un solo cavo HDMI si può trasferire la più alta qualità video e audio digitale in qualsiasi formato HD, in definitiva tramite questa interfaccia possiamo connettere tra di loro tutti gli apparecchi HD in nostro possesso, dagli schermi LCD HD ai PLASMA dai Lettori DVD ad apparecchi quali PC, Consolle e lettori Blu Ray, Hd-Dvd, sintoamplificatori, ecc.

Lo standard HDMI supporta tre modalità di trasferimento del segnale video (standard, enhanced, alta definizione) e del segnale audio digitale in formato multicanale tutto su un unico cavo.

Ma fino a che distanza possiamo sistemare i nostri gioiellini tecnologici senza rischiare di perdere qualità nell’immagine o nell’audio?

In realtà il problema della perdita di segnale non sussiste fino a 5 metri ovvero la lunghezza standard di un cavo HDMI, quasi sempre la distanza da coprire non li supera ma in caso contrario, se vi servisse coprire una distanza maggiore, sappiate che a causa del elevato bit rate di una connessione HDMI (circa 10,2 Gbit/s cn la versione 1.3) dovreste munirvi di un cavo ad alta qualità (di solito con i connettori placcati in oro), per non avere un’attenuazione del segnale, con un notevole incremento di prezzo rispetto al suo parente standard.

Notizie su: