QR code per la pagina originale

10 anni di lettori MP3

,

Era il 1998 quando la Saehan Information, al CeBIT di Hannover presentava il primissimo modello di lettore MP3, dal nome MPMan F10: sono passati 10 anni da quel giorno, che segnò l’inizio di una nuova era nel settore dell’audio.

Ci fa sorridere ricordare le caratteristiche dell’MPMan F10, che, a prima vista, aveva le sembianze dei walkman, ancora in voga in quel periodo: aveva 32 MB di memoria flash espandibile, la porta parallela per il trasferimento dei file e un piccolo display LCD dove erano riportate le informazioni essenziali; il tutto in vendita a 250$ circa, quasi 500.000 lire, una cifra davvero considerevole per l’epoca.

Per dovere di cronaca dobbiamo ricordare che il primo lettore MP3 ad arrivare ufficialmente sugli scaffali dei negozi, però, fu il Diamond Rio PMP300, primo anche nel subire una causa da parte della RIAA per complicità in pirateria, poi persa dall’associazione americana.

Dieci anni costellati di successi, innovazioni e migliore per una categoria, quella dei lettori MP3, che al giorno d’oggi occupa un posto di rilievo nel settore della tecnologia.

Notizie su:
Commenta e partecipa alle discussioni
  • 12/03/2008 alle 11:19 #140820

    Gabriele Niola
    Participant

    Era marzo del 1998 quando al CeBit di Hannover Saehan Information System presentò il suo modello di lettore portatile per file mp3 e poco dopo arrivò il Rio della Diamond. Da subito fu sensazione causando cause con la RIAA e problemi di DRM

    Leggi la notizia: 10 anni di lettori mp3

    12/03/2008 alle 14:03 #172205

    Roby
    Participant

    almeno modificare un po’ . e non copiare palesememte le notizie da altri siti …
    eh Gabriele Niola .. che ne dici

    12/03/2008 alle 14:26 #172206

    Gabriele niola
    Participant

    Non so a che siti fai riferimento ad ogni modo troverai più o meno le medesime informazioni in molte pagine italiane e straniere. Perchè la notizia è quella.
    Troverai le misure dell’MPMan, la storia dei primi DRM e delle prime lotte con la RIAA e anche l’equivoco del Rio Diamond. Potevano essere omesse?

    Il punto è che le notizie esistono già in rete. Come le agenzie esistono già per gli altri tipi di notizie. Noi cerchiamo di prenderle tutte (o il maggior numero possibile) e aggregare tutte le informazioni che sono comunque rintracciabili in un articolo unico che sia scorrevole e leggibile.
    Altri, molti altri, fanno il nostro medesimo lavoro e dunque hanno le medesime informazioni specialmente per notizie come questa, dove si racconta una storia sulla quale tutti concordano (ci fossero state voci discordanti si sarebbe dovuti andare a controllare le fonti).

    Il punto semmai è che alle volte è necessario anche un altro tipo di valore aggiunto che è l’opinione. Tuttavia non è questo il caso e date le già fatte polemiche in materia (sulla diatriba fatti e opinioni e sull’opportunità di avere queste ultime dentro le news) abbiamo un blog per questo.

    12/03/2008 alle 15:44 #172207

    Roby
    Participant

    risposta molto professionale e ti do pienamente ragione e ti faccio anche li mie scuse