QR code per la pagina originale

Flickr vs Picasa Web Album

,

Con questo Face-off, oggi voglio analizzare due servizi di photo sharing celebri, Flickr e Picasa Web Album.

Flickr è un sito Web che permette la condivisione immediata di fotografie e immagini. Fa parte dei servizi offerti di Yahoo e può essere considerata una delle più citate e visitate applicazioni Web riguardanti il Web 2.0.

La sua popolarità è stata decretata dalle numerose funzioni offerte ai propri utenti, che l’hanno riempito di ben 3 miliari di immagini sino a novembre 2008.

Flickr consente di organizzare le foto attraverso tag, che consentono agli utenti di trovare immagini riguardanti uno specifico argomento. Flickr è stato anche il primo sito Web a realizzare le tag cloud, che forniscono l’accesso alle immagini contrassegnate con le parole chiavi più popolari.

Flickr permette inoltre di organizzare le foto in “serie” o in gruppi di foto che rientrano sotto la stessa voce. Questa organizzazione, consente a Flickr di avere insiemi più flessibili rispetto alla visualizzazione tradizionale basata su cartelle e sottocartelle.

Flickr, quindi, è rappresentano attraverso una forma di tag categorici piuttosto che da una gerarchia fisica. Infine, Flickr offre un esauriente servizio Web-API. Ciò consente ai programmatori di creare applicazioni che possono svolgere (quasi) ogni funzione di un utente collegato direttamente sul sito di Flickr.

Passiamo ora a Picasa Web Album (PWA), servizio Web per la condivisione di fotografie e immagini made in Google. Esso consente agli utenti registrati di archiviare fino a 1 GB di foto gratuitamente. Si potranno anche acquistare dei GB di spazio, in modo da poter conservare tranquillamente una numerosa quantità di fotografie.

Gli utenti possono caricare le immagini in molti modi, dipendenti anche dal sistema operativo utilizzato: tramite un’interfaccia Web, attraverso il software Picasa di Google per Windows XP e Vista oppure utilizzando la funzione di esportazione di iPhoto in Mac OS X dotato del plugin Aperture to Picasa Web Albums o ancora per mezzo di F-Spot su Linux.

L’effettiva risoluzione della foto caricata, sarà mantenuta (anche se una sarà visualizzata con una minore risoluzione nelle anteprime) e come è stata uplodata, si potrà gratuitamente scaricare. Queste foto però, secondo le esigenze dell’utente proprietario, potranno essere protette e non raggiungibili attraverso la solita finestra pubblica dell’utente.

In particolare, la nostra foto privata potrà essere condivisa con chiunque (anche con i non registrati ai servizi di Google) attraverso un particolare URL che richiederà una chiave di autenticazione per l’accesso e la visualizzazione completa dell’immagine.

Entrambi sono utilizzati e ricchissimi di immagini sensazionali. Vi sono però delle differenze “interne”: Flickr, nelle sue versioni gratuite, ha un limite di banda (100MB al mese per le versioni gratuite) e permette di mostrare ai visitatori della nostra galleria solo le 200 foto più recenti. Picasa invece non ha mai impostato alcun limite riguardo banda e foto recenti.

Flickr però non imposta un limite di spazio come Picasa (1 GB) e risulta più veloce nei caricamenti e nella visualizzazione delle immagini rispetto al rivale di Mountain View, disponendo anche di numerosi strumenti molto utili al visitatore come all’utente. Uno su tutti la visualizzazione in un mappamondo virtuale delle foto ordinatamente disposte nel luogo esatto in cui sono state scattate.

Infine, Flickr è anche un archivio di video che utenti e visitatori possono tranquillamente visualizzare. Queste clip, potranno essere caricate attraverso un account PRO a pagamento.

Voi quale preferite?

Notizie su: