QR code per la pagina originale

Bing Bang

Bing è il nuovo motore di ricerca di casa Microsoft. Apre i battenti il 3 Giugno e si propone di fornire risposte immediate agli utenti grazie a confronti, analisi dei dati e risultati in grado di favorire i processi decisionali della vita di ogni giorno

,

Bing Health

La salute è uno degli ambiti più delicati (ma potenzialmente tra i più remunerativi) affrontati dalla ricerca online. Sempre di più, infatti, l’utenza cerca sul web informazioni derivanti da piccoli sintomi arrivando non raramente a diagnosi fai-da-te di grave pericolosità. Se nessun motore di ricerca può oggi ambire di sostituire un consulto medico, un valido motore deve però raccogliere i desideri degli utenti e veicolare questi ultimi verso i giusti percorsi di approfondimento clinico.

Google e Microsoft sono i due gruppi che, più di ogni altro, hanno da tempo capito che l’Information Technology ha molto da dire relativamente al mondo della salute e dell’assistenza sanitaria. Bing non può far altro che affrontare di petto tale situazione ponendosi come riferimento affidabile tramite la raccolta di fonti e di referenze altolocate. L’ecosistema HealthVault avente cuore a Redmond permetterà anche ciò: l’istituzione di un panel di informazioni accessibili e validate, così che l’utenza possa quantomeno muoversi nell’alveo della medicina ufficiale senza perdersi tra truffe e teoremi che si insinuano in ogni dove sul Web.

Microsoft pone obiettivi precisi per il raggiungimento dell’obiettivo:

Accesso semplificato, così che Bing possa reindirizzare immediatamente ai risultati più interessanti per la query proposta (un percorso libero, si sa, porta tendenzialmente l’utente verso la peggiore delle ipotesi, creando spesso inutili allarmismi con tutti gli effetti collaterali del caso);

  • Risultati qualificati, facendo della popolarità dei link e della qualità delle fonti la base fondante delle SERP proposte;
  • Fonti affidabili, tra le quali sono citate «Mayo Clinic, American Cancer Society, MD Consult, Gold Standard» ed altre ancora in divenire;
  • Informazioni comprensibili, potendo navigare con facilità tra sintomi, cure e procedure mediche scegliendo eventualmente i percorsi evidenziati anche all’interno della medicina alternativa, delle diete e dei problemi della nutrizione (per questi ultimi, in modo particolare, la rete è un campo minato fatto di siti pro-ana e distorte informazioni di grave pericolosità soprattutto per gli utenti più giovani e sensibili;
  • Azione! Grazie alle offerte HealthVault Microsoft si propone di trasformare Bing in un servizio che correli le informazioni derivanti dai dati sanitari personali (derivanti da strumenti di produzione terza) con le informazioni raccolte sul web, così che si possa gestire in autonomia una prima comprensione diretta dei valori della propria pressione sanguigna o le scelte legate alla propria dieta.
  • Commenta e partecipa alle discussioni
    • 29/05/2009 alle 08:00 #145718

      Giacomo Dotta
      Amministratore

      Bing è il nuovo motore di ricerca di casa Microsoft. Apre i battenti il 3 Giugno e si propone di fornire risposte immediate agli utenti grazie a confronti, analisi dei dati e risultati in grado di favorire i processi decisionali della vita di ogni giorno

      Leggi la notizia: Bing Bang

      29/05/2009 alle 11:14 #195821

      Mik
      Membro

      E’ in arrivo un altro flop per Ballmer, chissa che con tutti questi insuccessi prima o poi si sgasi e lasci il posto a uno che ne capisce.

      29/05/2009 alle 11:59 #195822

      Paolo
      Membro

      Steve Ballmer lasciare il posto ad uno che ne capisce???
      MS ha fatturato nel primo trimestre 2009 13,65 miliardi di dollari.
      Niente male per uno che non ne capisce nulla…
      La SUN che ha inventato la mitica tecnologia Java è stata risucchiata nel buco nero di Oracle! Grande Scott… (“mcnealy”)… lui si che ne capisce…

      29/05/2009 alle 13:41 #195823

      Jepessen
      Participant

      Diciamo che è un po’ l’approccio di Wolfram|Alpha in un contesto totalmente diverso… Il primo si concentra su nozioni tecniche-scientifiche, mentre questo sul mercato di massa (negozi, viaggi etc). Il suo punto di forza però può essere anche il suo maggior difetto, con la gente che difficilmente cambia abitudini, e non so quanto sarà contenta di un motore che da suggerimenti mirati invece di pagine da esplorare come hanno fatto sinora.

      29/05/2009 alle 14:15 #195824

      Okh
      Participant

      Un Gates|Alpha! Comunque, il 90% delle ricerche che faccio, riguarda la “conoscenza”. Cioè cerco informazioni…non voglio comprare, farmi curare, viaggiare o comprare. Finché non ci sarà un Vero motore di Ricerca, Google sarà sempre il primo.

    • Ci sono altri 12 commenti. Leggili nelle Discussioni di Webnews.