QR code per la pagina originale

Walt Disney: ecco la generazione XD

Una ricerca commissionata dalla Walt Disney descrive la generazione dei teenager odierni come ragazzi consapevoli, esperti di tecnologia, impegnati ed orientati ai valori della famiglia e della società. Le nuove tecnologie sono usate per socializzare

,

«La più grande ricerca di sempre sullo studio dei teenagers europei»: commissionata dalla Walt Disney per meglio comprendere quello che rappresenta il target definito del mercato del gruppo, la ricerca è stata denominata Generation XD. Il nome ha significato di per sé, poiché va ad esplorare usi e costumi dei ragazzi “digitali” della “Generazione X”. Il tutto con un fine preciso: individuare gli orientamenti e le capacità dei ragazzi che potranno apprezzare i contenuti della nascente Disney XD, nuovo canale televisivo per ragazzi.

Oltre 3000 interviste a ragazzi tra 8 e 14 anni sono state condotte tra Italia, Regno Unito, Francia, Germania, Polonia e Spagna. L’età identifica la “Generazione X” come quella dei nativi digitali, quelli che hanno respirato Internet e telefonia fin dalla nascita, quelli che per primi hanno formato la propria cultura nel contesto di un mondo mutante ed intriso di bit. E dai risultati emerge infatti una generazione completamente a proprio agio con la tecnologia, con la quale ha però fin da subito un rapporto estremamente maturo. La conoscenza e la gestione dei rapporti personali, infatti, è completata dal web e non va a sostituire quelle che sono le conoscenze dirette e reali, formando così conoscenze estese piuttosto che mediate. Il 30% dei ragazzi preferisce ancora l’incontro faccia a faccia, il 15% apprezza i contatti via SMS, il 14% usa le chat e l’8% sfrutta abitudinariamente strumenti di telefonia mobile.

Il 95% dei ragazzi ha dichiarato come il computer sia una parte importante della propria vita ed il 53% sente che Internet migliori le proprie esperienze permettendo di proseguire i contatti con gli amici anche al di fuori dell’orario scolastico. Il pc, oltre che ai rapporti personali, viene sfruttato per due motivi principali: videogiochi (74%) e compiti a casa (59%). In generale è questa una generazione orientata alla community, alla condivisione, all’interazione e ciò non può che portare ad un uso della tecnologia per favorire le proprie vite ed il miglior impatto possibile con il mondo circostante.

La Generazione XD è una generazione consapevole: crede nel risparmio, apprezza i valori della famiglia (con forte stima dei propri genitori), abbraccia l’ecologia ed agisce attivamente nella raccolta differenziata dei rifiuti. I ragazzi di oggi sognano di diventare professori, giocatori di football, dottori o poliziotti: poco è cambiato, insomma, se non che oggi hanno in mano strumenti più potenti e che richiedono fin da subito maggior consapevolezza. Victoria Hardy, direttore esecutivo Emea Research di Disney Channels, spiega nella propria nota di commento alla ricerca pubblicata: «I ragazzi della Generation XD hanno un’alta comprensione dei temi socioeconomici, profondi valori familiari e dimostrano già aspetti del comportamento che avranno un forte impatto sul futuro».

Notizie su: