QR code per la pagina originale

Gone Google, e sai quanto risparmi

Un nuovo servizio di Google aiuta le aziende a capire quanto sia possibile risparmiare passando a Google Apps. Una iniziativa promozionale che parte dall'informazione e dai numeri per convincere le aziende al grande salto

,

Non è un segreto che, secondo molte aziende, il futuro di Internet e dei PC è nel Cloud computing. Per questo i grandi nomi che operano nel Web stanno puntando con forza su questo aspetto di Internet, spingendo per un cambiamento radicale nel modo di vedere e utilizzare sia i computer che la rete stessa. Troppo spesso, però, è difficile quantificare il vantaggio derivante dalla nuova realtà e Google, per incoraggiare le aziende al passaggio, ha pertanto pensato ad una curiosa iniziativa promozionale che si fa forza sui numeri per quantificare in denaro gli argomenti a supporto delle proprie soluzioni.

Google Drive è l’insieme delle applicazioni che comprende diverse funzioni come Gmail, Calendar, Talk, Docs (e l’elenco non finisce qui), disponibili sia in versione gratuita che a pagamento. Uno degli obiettivi di Google è quello di convincere gli utenti, ma in particolar modo le aziende, a utilizzare Google Apps. Ma in che modo far capire loro che utilizzare Google Apps sia economico e faccia risparmiare denaro?

Ci pensa un servizio denominato Gone Google che mostra chiaramente (secondo i principi di Google) i vantaggi di Google Apps. Attraverso pochissime domande, Gone Google mostra all’utente il tempo e il denaro risparmiato utilizzando servizi che hanno un’unica anima (quella di Google, ovviamente) e che permette ai dipendenti di una azienda di condividere idee, messaggi e documenti tramite una sola piattaforma. Tutto a costi contenuti. Gone Google include, inoltre, una funzione per salvare i risultati ottenuti e inviarli a qualcun altro all’interno dell’azienda: un modo semplice per convincere anche gli “scettici” del cloud a comprenderne i vantaggi.

Il Gone Google Calculator è stato creato appositamente in qualità di iniziativa promozionale e, per verificare l’esattezza dei propri calcoli, Google ha chiesto ad un’azienda (Smart Furniture) di provarlo, mostrando i suoi risultati in una immagine pubblicata sul blog ufficiale.

In perfetto “stile Google” anche il video che accompagna il servizio e che mostra i risparmi di una ipotetica azienda Acme Inc.

Notizie su: