QR code per la pagina originale

Le parole più cercate del Web

Quali sono le parole più cercate nel 2000 nei motori di ricerca? Il noto sito SearchengineWatch ha raccolto in un articolo i principali dati diffusi sull'argomento.

,

Quali sono le parole più cercate nel 2000 nei motori di ricerca? Il noto sito SearchengineWatch ha raccolto in un articolo i principali dati diffusi sull’argomento che, spesso raccolti con metodologie completamente opposte, non serviranno probabilmente a tracciare una mappa delle abitudini di ricerca dei navigatori ma, magari, ad attrarre la nostra attenzione su alcune curiosità.

La ricerca più divertente è quella presentata da Cyber Atlas, il sito del network Internet.com specializzato nella diffusione di dati sulle tendenze del Web. Cyber Atlas riporta i numeri diffusi dalla Alexa Research, la società che produce la Alexa toolbar. Il piccolo software è integrato in molti browser e con esso si possono monitorare i siti visitati e molte abitudini di ricerca e di navigazione di chiunque ne abbia una copia installata. Il risultato è abbastanza sorprendente.

Se al primo posto nelle ricerche troviamo naturalmente il gettonatissimo sex, che raccoglie lo 0,32 percento di tutte le ricerche effettuate sul Web, al 2 posto c’è stranamente Hotmail, al terzo Yahoo!, all’ottavo eBay e al nono AOL. Cosa significa? Semplicemente che gli utenti preferiscono utilizzare un motore di ricerca per raggiungere i siti di cui conoscono il nome, magari anche l’URL, piuttosto che digitarli nella finestra degli indirizzi.

I metodi di Alexa research non possono considerarsi obbiettivi in quanto il loro modello si basa su un campione non affidabile. Molto più reali sono invece i dati reperibili all’indirizzo http://50.lycos.com. In queste pagine settimanalmente Aaron Schatz commenta i termini che gli utenti di Lycos.com hanno maggiormente digitato sul sito del noto motore di ricerca. La classifica esclude termini troppo comuni come sex, music ecc. e fornisce dunque una maggiore aderenza con le specifiche necessità dei navigatori. Al primo posto troviamo stabilmente da un po’ di tempo Dragonball, fiorente industria dell’intrattenimento giovanile, seguito da Napster, Britney Spears, IRS (il fisco statunitense) e da molte altre icone della società americana. Il 2000 si era chiuso con il dominio incontrastato della cantante pop americana Britney Spears.

Che l’idolo giovanile sia stato il maggiormente cercato nei motori appare anche dalla classifica di Altavista, della quale si può leggere un estratto nelle pagine di Cnet. Molto più regolare invece la top ten del Web francese pubblicata da Abondance.com: niente Spears o Dragonball, il dominio ritorna ai classici sex e MP3.