QR code per la pagina originale

Cresce la formazione online

Il giro di affari legato a e-training, e-recruiting e gestione delle risorse umane da parte delle piccole e medie imprese italiane dovrebbe valere nel 2002 circa 3 mila miliardi, destinati a crescere in modo esponenziale. Almeno, queste sono le realistiche previsioni di Grapes e-vision, società leader nella consulenza e sviluppo di progetti e-business per la creazione di valore attraverso Internet.

,

E-learning (l’apprendimento online), e-recruiting (assunzioni via web) e gestione delle risorse umane nel mondo delle piccole e medie imprese sono tutti settori destinati a una crescita decisa, che nel caso specifico della formazione online dovrebbe rivelarsi “addirittura esplosiva”. A dirsene sicura è Grapes e-vision, società leader nella consulenza e sviluppo di progetti e-business per la creazione di valore attraverso Internet. Dalle stime fornite dalla società, risulta infatti che il valore di questo mercato (e-training, e-recruiting e gestione delle risorse umane) dovrebbe essere nel 2001 pari a 1.900 miliardi, per toccare quota 3.000 nell’anno successivo. Un forte sostegno alla credibilità di queste previsioni arriva come al solito dagli Stati Uniti, dove l’intero comparto, trainato dalla crescita esponenziale dell’e-training (in media, 123% di incremento annuo), “presenta tassi di sviluppo elevatissimi tanto in termini economici quanto in termini di penetrazione nelle aziende”.

Benché in Italia il fenomeno sia ancora in fase embrionale, molte cose si stanno muovendo, soprattutto perché cominciano a farsi più nette e meno prorogabili le esigenze delle piccole e medie imprese, che sempre più necessitano di soluzioni capaci di snellire la complessità gestionale in modo duraturo, flessibile ed efficace. In questo senso, e-training e e-recruiment, insieme alla vasta diffusione della banda larga fra le aziende, sembrano offrire la soluzione ideale proprio a tali necessità di ottimizzazione del reclutamento, del training e della gestione delle risorse umane. Naturalmente siamo solo all’inizio, e quindi moltissimo resta ancora da fare. Tuttavia alcune tendenze di sviluppo, come pure certe evitabili carenze, sono ormai chiaramente individuabili.

Cinque i principali trend di mercato segnalati da Grapes e-vision:


  1. Gap tra domanda e offerta, che attualmente è del 12% e che diventerà del 18% nel 2002. Vale a dire che la “cronica” scarsità di personale qualificato è destinata ad aumentare, a meno che le aziende non trovino soluzioni formative efficaci (a partire dall’e-learning), come pure metodi adatti a trattenere o ad attrarre i migliori talenti, potenziali o reali che siano.
  2. Lo sviluppo continuo delle infrastrutture tecnologiche, a partire dal salto di qualità anche nel campo della formazione online che arriverà a seguito della banda larga.
  3. La raggiunta consapevolezza da parte delle aziende che il reale differenziale competitivo risiede nel capitale umano.
  4. I consistenti risparmi, stimati da Grapes e-vision fra il 50 e 70%, assicurati dalle soluzioni digitali rispetto ai tradizionali metodi di training e reclutamento offline.
  5. La diminuzione costante dei prezzi dei PC (circa il 25% annuo), che contribuisce al rapido espandersi dell’informatizzazione delle aziende. Secondo un’indagine Sirmi citata nella ricerca cui ci riferiamo, entro il 2004 la quota di aziende italiane completamente informatizzate e collegate toccherà quota 73%.