QR code per la pagina originale

Informatica: muore Anita Borg, icona del femminismo

Aveva fondato un istituto e partecipato a numerose iniziative per favorire la presenza delle donne e delle minoranze nella comunità informatica. Aveva 54 anni.

,

Anita Borg, l’informatica che aveva dedicato la sua vita all’affermazione delle donne e delle minoranze nel mondo dei computer, è morta ieri a Sonoma, California. Lo ha reso noto l’Institute for Women and Technology, da lei fondato nel 1997. Anita Borg aveva 54 anni.

Nata a Chicago nel 1949, la Borg si era laureata in informatica alla New York University nel 1981. Pochi anni più tardi, notando la minima percentuale di donne presenti nel settore informatico, aveva fondato Systers, una mailing list pensata per supportare, guidare ed incoraggiare le donne che volevano affermarsi nel settore. Systers conta attualmente più di 2500 membri in 38 paesi.

Anita Borg era stata anche tra le fondatrici della Grace Hopper Celebration in Computing, una conferenza dedicata anch’essa al ruolo delle donne nel settore informatico. Nel 1999, il presidente statunitense Clinton l’aveva nominata membro della Commissione per la Promozione delle Donne e delle Minoranze nella Scienza, nell’Ingegneria e nella Tecnologia. Era sposata, ma non aveva figli.