QR code per la pagina originale

W3C: avanti con il Web Semantico

Sei nuovi documenti per semplificare l'infrastruttura e un tour estivo in Europa per promuoverne le potenzialità. Il W3C va avanti con il Web Semantico

,

Si moltiplicano le iniziative del W3C per promuovere e divulgare le nuove tecnologie dell’informazione, le tecnologie che dovrebbero traghettare la comunità di untenti e sviluppatori dalla vecchia alla nuova Internet. Le ultime iniziative che il W3C ha messo in programma sono il rilascio di nuovi working drafts e un tour europeo gratuito per mostrare a tutti i vantaggi e le novità del web semantico. Il tour farà tappa anche a Roma, ospitato dall’Ufficio italiano del W3C.

Al centro di questo programma c’è il Web Semantico, ossia la nuova infrastruttura della rete Internet che, basata su nuovi linguaggi, nuovi strumenti e nuove pratiche di progettazione, porterà ad un nuovo spazio informativo, in cui la singola informazione e i singoli dati potranno essere aggregati e riaggregati in modo da dare vita a nuovi significati. Da soli, autonomamente.

L’idea, concretizzatasi come progetto nel 2001, ha sempre raccolto consensi e partecipazione dall’intera comunità scientifica. Tuttavia la complessità delle regole da utilizzare e la difficoltà di trovare strumenti per il largo pubblico hanno posto un freno alla sua diffusione e ne hanno conferito l’idea di uno strumento idealistico se non ‘utopico’. Strumenti più semplici, una maggiore divulgazione dei vantaggi, maggiore attenzione alle realizzazione pratiche sono sull’agenda del W3C per i prossimi mesi.

Sei nuovi Working Drafts

Il 31 marzo scorso il gruppo di lavoro del W3C ha divulgato le versioni quasi definitive di sei working drafts del progetto ‘Web Ontology Language’ che all’interno del grande progetto del Web Semantico permette le relazioni fra informazioni provenienti da ambiti diversi. In altre parole, le ontologie sono il livello del web semantico che si occupa di far parlare tra loro dati appartenenti ad ambiti semantici differenti. Tutti e sei i working drafts possono essere letti e consultati sulle pagine del W3C.

Eric Miller, il responsabile all’interno del W3C della Semantic Web Initiative, ha dichiarato a C|Net che il proposito dei nuovi documenti è quello di «rendere il Web Semantico più semplice» e permettere una più semplice integrazione dei dati.

strong>Working draft è termine tecnico per identificare le “bozze” che non sono entrate definitivamente all’interno dello sviluppo ufficiale dei documenti del W3C. Il passo successivo sarà quello di rendere i working drafts una Candidate Recommendation, poi una Proposed Recommendation e infine una Recommendation, da qui entreranno ufficialmente nello sviluppo del World Wide Web. Il processo di approvazione definitiva è soitamentelungo e potrà potare via anche molti mesi.

Il W3C a Roma

All’interno del programma di “evangelizzazione” del proprio lavoro il W3C ha organizzato un tour europeo. Il “W3C Semantic Tour” che toccherà come prima tappa la città di Roma, il 10 giugno prossimo. Dal 10 a 24 Giugno di quest’anno esperti e membri del W3C spiegheranno a giornalisti e aziende europei cosa si sta tentando di cogliere con la nuova infrastruttura. Gli eventi sono gratuiti e aperti a tutti. Per chi volesse registrarsi è prevista una pagina di registrazione messa a punto dall’Ufficio Italiano del W3C.