QR code per la pagina originale

Investitori inferociti fanno causa ad AOL

La compagnia accusata di aver nascosto agli azionisti la sua reale situazione finanziaria per portare avanti la fusione con Time Warner.

,

L’Università della California e la Amalgameted Bank hanno citato in giudizio AOL Time Warner, compagnia nella quale avevano investito ingenti somme, accusandola di aver mentito agli investitori in merito ai bilanci.

Nella denuncia, presentata alla Corte d’assise di Los Angeles, l’Università della California ha dichiarato di aver investito 800 milioni in azioni Time Warner prima della fusione con AOL e di aver perso da allora 450 milioni di dollari. Più contenute le perdite denunciate da Amalgamated Bank, pari a 55,9 milioni di dollari.

Secondo i querelanti, la fusione AOL Time Warner sarebbe stata compiuta falsificando i bilanci, pratica proseguita anche dopo questa operazione. Pertanto, gli investitori non avrebbero avuto la reale percezione delle condizioni finanziarie della compagnia, investendo il proprio denaro in azioni destinate al crollo.

Dai tempi della fusione, avvenuta a gennaio del 2001, le azioni di AOL Time Warner hanno perso più del 70 per cento del loro valore. L’anno scorso, AOL ha ammesso di non aver riportato correttamente alcune voci di bilancio per riuscire a portare a termine la fusione.