QR code per la pagina originale

E-Government, dall’UE un deciso passo in avanti

Dalla commissione europea 45 progetti di e-government per la pubblica utilità. Verranno creati portali verticali e verrà favorito l'interscambio di informazioni e servizi.

,

Dalla Commissione Europea arriva un nuovo progetto di e-government per accellerare lo scambio di informazioni e dati tra i paesi membri dell’Unione Europea. L’obiettivo primario dichiarato è la creazione di portali intergovernativi e di banche dati internazionali.

Il tutto nasce all’interno del Work Programme of the Interchange of Data Between Administration, programma nato appositamente per incentivare la collaborazione tra i vari paesi della comunità creando sinergie utili a donare un valore aggiunto al sistema comunitario.

L’iniziativa si suddivide in 45 progetti che attraversano vari campi in cui l’e-government può offrire un grosso incentivo allo sviluppo. In particolare grande attenzione è rivolta a portali tematici specializzati in assistenza degli immigrati e allarmi istantanei per il pericolo inondazioni.

La pubblica utilità è quindi il vero obiettivo dell’iniziativa, ma lo stesso intrinseco valore sperimentale del progetto avrà grande rilevanza per i futuri progetti in tema.