Mi manderesti una… courriel?

Per riferirsi all’e-mail in Francia bisognerà conoscere la parola “courriel”. Il termine è stato introdotto da una apposita commissione al fine di rendere completamente francofona la giurisprudenza francese.

L’orgoglio francese, vecchia diceria che affonda le radici nel tempo dei tempi, trova conferme anche nell’era dell’Europa unita e del mondo tecnologico. Incurante delle indicazioni anglofone e delle usanze tecnologiche, lo stato francese ha stabilito che in Francia la famosa “e-mail” si chiamerà “Courriel”.

La decisione è stata presa dalla Commissione generale della terminologia e dei neologismi, apposita sezione avente la funzione di adeguare i termini usati nei testi di legge ufficiali alla lingua francese ed alla tradizione francofona. Il termine “courriel” nasce infatti in Quebec negli anni ’90 e sui media ha già trovato relativa diffusione.

Dal 1996 la Commissione generale della terminologia e dei neologismi compie il suo lavoro di verifica soffermandosi in particolare in ambito scientifico/tecnologico, ove i termini anglosassoni la fanno da padrona ed i neologismi sono quotidiani.

Le differenze culturali hanno fatto in modo che sui testi di legge italiani non comparisse alcun cenno di traduzione, considerando assimilati i vari significati e italianizzando solo i termini dotati di maggiore ambiguità.

Ti potrebbe interessare