QR code per la pagina originale

GMail: un pacco di novità

Atom Feed, rinnovata interfaccia di gestione dei contatti, possibilità di "forward", salvataggio delle bozze, nuova importante release del Notifier: Google tace per creare attesa, ma nel frattempo rilascia gustose pillole di novità per il suo GMail.

,

GMail sta cambiando. Il servizio che ha rivoluzionato la webmail con il suo GByte di spazio, ha introdotto da qualche giorno nuove e importanti caratteristiche. È bastato un piccolo annuncio sull’interfaccia di GMail, senza nessun comunicato ufficiale, per scatenare la caccia alla novità. Non c’è l’accesso POP3, ma alcune succulete “features” non dispiaceranno agli utenti di tutto il mondo. Ecco le principali funzioni introdotte ex novo:

  • Alcuni utenti hanno già visto attivato il proprio Atom Feed. Dietro questa nuova sigla si nasconde un sistema di feed simile ai tradizionali RSS. Tramite del codice XML è possibile consultare la propria casella GMail per mezzo di un aggregatore, senza eseguire il login dall’interfaccia web. Posto inizialmente in competizione con il sistema RSS, ora le due parti sembrano avvicinarsi e se ne è già proposta addirittura una fusione verso uno standard robusto e diffuso.
  • Notevolmente migliorata l’interfaccia dei contatti, ove è possibile gestire la propria lista con comandi semplici per l’invio di mail o per l’eliminazione di indirizzi privi di utilità.
  • Il sistema comprende ora anche una funzionalità di forward delle mail: è possibile reindirizzare le e-mail ricevute o quelle filtrate ad un altro indirizzo e-mail.
  • Ulteriore novità dell’interfaccia GMail è la possibilità di salvare le bozze delle mail. La funzione permetterà di mantenere ulteriore materiale all’interno del sistema GMail ed esternamente dal proprio pc, con la possibilità di utilizzare a distanza di spazio e tempo anche le mail in preparazione.
  • Il 4 Ottobre risulta essere rilasciata anche la nuova versione di un sempre più comodo GMail Notifier. Il tool permette la consultazione della propria casella semplicemente conservando una piccola icona all’interno della barra delle applicazioni di Windows (il tool è compatibile solo con le ultime versioni di Windows, a partire da Windows 2000): la casella viene controllata ogni 2 minuti e una notifica compare sul desktop dell’utente al ricevimento di una nuova e-mail.

Il nuovo GMail Notifier (giunto alla versione 1.0.23.0) introduca una nuova comoda funzionalità: per inviare una mail è sufficiente scrivere nella barra degli indirizzi del browser “mailto:” seguito dall’indirizzo. Automaticamente il browser aprirà la paginata di invio di GMail e sarà possibile inviare la mail senza aver digitato l’indirizzo del servizio ma avendone avuto piuttosto accesso diretto. Nuovamente un passaggio in meno da eseguire, un contatto sempre più diretto con l’oggetto e la quasi totale scomparsa di un percorso preventivo da compiere: tra l’intenzione dell’invio e l’accesso all’interfaccia c’è solo un “mailto:”.