QR code per la pagina originale

Visa abbandona Allofmp3.com

,

I possessori di carta di credito Visa non potranno più adoperare la propria carta per effettuare pagamenti sul noto AllofMP3.com, sito russo più volte additato per le proprie dubbie pratiche in ambito musicale. Il sito distribuisce infatti musica priva di Digital Right Management andando peraltro contro (ad opinione delle major musicali statunitensi) la legge internazionale. La notizia è riportata da CNet, ove Visa spiega le proprie motivazioni confermando la sospensione del servizio.

Il team di AllofMP3.com si è sempre difeso spiegando di operare in completa aderenza con quella che è la legislazione in vigore nel paese di appartenenza. Il sito è famoso in quanto vende musica a prezzi molto bassi. Visa ora abbandona il campo spiegando che alcune novità nella legislazione russa incoraggiano tale scelta in ottemperanza alla legge internazionale sul copyright.

Appare evidente, a questo punto, che la morsa si sta per stringere attorno al sito, le cui attività potrebbero dunque non avere più lunga vita. In Luglio la Corte di Londra aveva dato il via ad alcune indagini sul sito a seguito di esplicita denuncia da parte delle major della produzione musicale. AllofMP3.com, infatti, sarebbe uno dei siti più noti proprio in Inghilterra, dove una intera compilation è venduta al prezzo di una sola sterlina. Nel 2003 l’attacco dell’IFPI non andò a buon fine e l’accusa dovette cedere alle teorie difensive tanto di AllofMP3 quanto di Mp3Search.

Video:MP3, la storia