QR code per la pagina originale

Stop ai contratti di 12 mesi

,

Molti abbonati di vari ISP saranno contenti di questa notizia, grazie al decreto Bersani, i provider (e non solo) non potranno più “legare” l’utente a dodici mesi di contratto.

Questa è una buona notizia soprattutto per chi ha l’adsl che gli va male o ha problemi, l’utente potrà cambiare ADSL senza aspettare la fine dei dodici mesi contrattuali e senza pagare nessuna penale in cui decida di passare ad un altro operatore prima del previsto.

Questo decreto darà più libertà al consumatore di poter provare le varie offerte di diversi ISP in tempi ragionevoli e aumenterà la concorrenza del mercato ADSL. Nel decreto però si legge che il preavviso di disdetta del contratto rimane, ma massimo di trenta giorni. Il decreto è retroattivo e i provider avranno massimo trenta giorni dalla pubblicazione del decreto, per adeguare i vecchi contratti stipulati con l’utente.

Però non è tutto oro quel che luccica, sicuramente i vari provider non saranno contenti di questa notizia e potrebbero “rivendicarsi” tardando la disattivazione del servizio (Telecom in primis, dato che in passato lo ha già fatto tante volte), le promozioni del tipo “i primi due mesi sono gratis” esisteranno ancora?

Insomma, da un lato c’è più libertà, ma tutto ciò potrebbe un caos tra i vari provider.

Video:Conio Accelera, i costi di rete