QR code per la pagina originale

Vasta operazione antipirateria della GdF

Una vasta operazione antipirateria delle Fiamme Gialle ha messo in luce un ingente quantitativo di software illegale installato in sistemi in dotazione a varie aziende toscane. Il valore dell'illecito assomma a qualcosa come 350 mila euro

,

Una estesa operazione della Guardia di Finanza ha portato all’emersione di una situazione particolarmente pesante in tema di pirateria informatica. Non trattasi, però, di file musicali e singoli privati, ma di software e di sistemi aziendali. Spiega l’ANSA: «trovati nel corso di alcuni controlli in imprese e studi professionali software illegalmente duplicati per un valore di oltre 350.000 euro. Nell’operazione, a Firenze, è emerso che metà degli studi controllati usava software duplicati o installati al di fuori dei regolari contratti di licenza».

17 le operazioni complessivamente portate avanti e tra i software ritrovati si annoverano prodotti Adobe, Apple, Symantec, oltre all’ultimo sistema operativo Microsoft Windows Vista. Le conseguenze saranno ora pesanti: secondo Studio Celentano «in tutti i casi di violazione della legge sul diritto d’autore, oltre alla segnalazione all’Autorità Giudiziaria per l’avvio di procedimenti penali, ai titolari delle imprese è stata contestata una sanzione amministrativa pari al doppio del prezzo di mercato del software illegalmente utilizzato, che come sempre in questi casi unisce il danno finanziario a quello d’immagine per l’impresa».

Video:Nuovo regolamento Agcom in arrivo il 31 marzo