QR code per la pagina originale

SKY e Mediaset potrebbero diventare ISP

,

Da alcuni articoli apparsi sulla rete, sembrerebbe che Rupert Murdoch stia puntando sulla banda larga, infatti è curioso di sapere come andrà il Wi-Max, in Italia,per riproporre la sua offerta sulla banda larga.

Dal Sole 24 ore si legge che SKY si potrebbe alleare con un provider o addirittura acquistarlo totalmente (qualche mese fa si vociferava di Tiscali), questo consentirebbe a SKY di allargare il pubblico a cui offrire i suoi contenuti e di essere più competitivo nei confronti di avversari che hanno gia sviluppato o cercano di realizzare offerte “Tutto incluso”(voce+adsl+tv).
Il team italiano di SKY, in questo periodo, sta valutando accuratamente tutte le potenzialità della tecnologia Wi-Max per arricchire l’offerta televisiva e di offrire l’accesso a internet. La stessa cosa sta accadendo a Mediaset, Piersilvio Berlusconi sta pensando alla banda larga per offrire servizi multimediali e contenuti televisivi.

Per SKY sarebbe un ottimo affare, oltre ad acquistare potenziali clienti, potrebbe dare in esclusiva tante novità che ovviamente non darebbe ai suoi concorrenti (Fastweb, Telecom, Wind, ecc.). A giugno si libererà il primo lotto di frequenze (queste frequenze appartenevano ai militari ma non venivano utilizzate) e probabilmente saranno aggiudicate su base regionale e provinciale come già accade per altri Paesi.

In questo primo periodo ci sarà una vera e propria gara per aggiudicarsi le prime licenze Wi-Max, ci saranno tantissimi operatori, oltre a quelli presenti già da anni, si aggiungeranno nuovi operatori e società miste (società pubbliche-private) il cui interesse è quello di erogare la banda larga dove non c’è.

Tutti i grandi operatori italiani (Telecom, Wind, Tiscali), si stanno dirigendo verso l’IPTV che tra l’altro esiste da diverso tempo, Fastweb fu il primo operatore in Europa a lanciare la tv tramite il protocollo IP, ma vedendo i risultati fino ad oggi, l’IPTV non sta avendo così tanto successo (forse per la copertura dell’operatore o forse per i costi non proprio bassi), quindi mi viene spontanea una domanda : ma se l’IPTV fosse un flop?

Video:Lo smart speaker Google Home arriva in Francia