QR code per la pagina originale

I brand più noti nella musica digitale

I brand più noti nella musica digitale sono Napster e iTunes. Mentre il primo è in caduta libera, però, iTunes è in continua crescita grazie alle preferenze accordate dall'utenza al servizio. Cresce parallelamente Yahoo e la sorpresa maggiore è MySpace

,

Sono due i nomi che l’utenza ricollega più direttamente alla propria attività in ambito musicale: iTunes e Napster. Per entrambi la forte impronta del marchio è sintomo di un traino al successo che trae origine direttamente dall’identificazione esatta dell’azienda nei pensieri degli utenti.

Le tendenze, però, sono due: mentre iTunes è andato imponendosi facendo forza sul grande successo commerciale ottenuto da Apple nell’ambito specifico, Napster deriva gran parte della propria notorietà dal primo servizio di peer-to-peer di Shawn Fanning. Dopo la chiusura e la cessione del brand, Napster è diventato un comune music store e la sfida con iTunes è sempre stata vissuta con gravi difficoltà e con notorietà decrescente.

Una ricerca Ipsos ha calcolato come la notorietà dei vari brand veda iTunes rafforzare la propria posizione pssando dal 57% al 66%, con Napster invece in caduta dal 79% al 68%. Yahoo Music sale dal 49 al 53%. Nel momento in cui la ricerca ha monitorato le sensazioni degli utenti nei confronti dei music store, i risultati hanno virato decisamente verso Cupertino: il 41% degli utenti ritiene iTunes il miglior servizio di distribuzione musicale contro il più risicato 11% dalla parte di Napster. Tali cifre assumono ulteriore spessore se confrontate ai 33% e 22% emergenti dalla ricerca antecedente (2005).

Tra le grandi sorprese figura MySpace, sempre più importante nel settore grazie alla propria struttura di social network con cui gli utenti scambiano opinioni prima di accedere agli acquisti. MySpace raccoglie consensi in grande crescita e nel medio periodo minaccia le posizioni di media classifica nella perenne attesa che un nuovo nome giunga a scalfire un dominio iTunes che non evidenzia segno alcuno di debolezza.

Precedenti ricerche Ipsos hanno inoltre evidenziato alcune curiose caratteristiche dei tipici «downloaders» americani: nel 46% dei casi hanno già comprato musica digitale, nel 29% dei casi possiedono un player portile, godono in media di oltre 900 file musicali pro-capite e quasi uno su due ha già acquistato almeno una suoneria per il proprio cellulare.

Video:Tónandi: i Sigur Rós e Magic Leap