Final Cut Studio 2 si veste di nuovo

Final Cut Studio 2 si arricchisce di nuove funzionalità e di un nuovo programma denominato Color. Previsto per l’estate l’arrivo di Final Cut Server, studiato appositamente per il lavoro di gruppo e disponibile in appositi pacchetti di licenza

Apple ha presentato nel corso del NAB (National Associations of Broadcasters) la nuova attesa versione di Final Cut Studio 2, pluripremiata suite di produzione audio e video. Il pacchetto comprende Final Cut Pro 6, Motion 3, Soundtrack Pro 2, Compressor 3, DVD Studio Pro 4.2 e introduce un nuovo applicativo battezzato Color. Annunciato inoltre Final Cut Server, indirizzato alla gestione dei media all’interno di un gruppo di lavoro.

Final Cut Studio 2

Final Cut Pro, programma di punta della suite, è giunto ora alla versione 6 portando con sè numerose novità tra cui spicca la possibilità di inserire sulla stessa timeline flussi video che presentano diverse risoluzioni e frequenze di fotogrammi senza per questo dover effettuare un rendering. Aggiunto un nuovo formato di post-produzione a 10-bit 4:2:2 chiamato ProRes 422 in grado di produrre una qualità HD non compressa pur mantenendo le dimensioni del formato SD. La tecnologia SmoothCam integrata permette inoltre di eliminare i movimenti indesiderati della telecamera avvenuti durante le riprese.

Motion 3 è ora integrato in Final Cut, permettendo di gestire i template e gli overlay di testo direttamente dal programma di montaggio. L’applicativo si arricchisce di funzionalità 3D, strumenti di disegno vettoriali e tool in grado di mappare automaticamente immagini o effetti al percorso di altri oggetti. Le modifiche possono avvenire con un semplice drag-and-drop, anche mentre il video è il riproduzione.

Soundtrack 2 si focalizza sulla gestione dell’audio multicanale e sul surround: strumenti di missaggio stereo e surround permettono di creare audio 5.1 e missaggi stereo nello stesso progetto. Un nuovo strumento denominato Conform permette di rilevare e sincronizzare i cambiamenti tra le immagini ed il sonoro. Inclusa inoltre una libreria con oltre 5000 effetti sonori professionali.

Compressor 3, lo strumento stand-alone per effettuare conversioni di formato, diventa ora molto più veloce nella procedura di conversione e permette di codificare video anche nel formato MPEG-2 , H.264, lVC-1, VMW e FLV. Il programma include un gran numero di preset utilizzabili per produrre facilmente filmati in grado di essere visualizzati su iPod, Apple TV, lettori DVD e telefoni mobili.

Color è un programma di nuova concezione incluso nel pacchetto e in grado di offrire strumenti di color grading e rifinitura professionali. Offre tool per regolazioni primarie e secondarie, effetti di colore e modifiche della geometria. Permette di correggere aspetti quali gamma, gain, le componenti RGB e le curve di luminosità. Viene inoltre offerta la possibilità di controllare crominanza e luminanza attraverso istogrammi, forme d’onda e visualizzazioni 3D. Il programma include 35 effetti di colore per aggiungere un tocco di professionalità ai propri lavori e produrre speciali trasformazioni cromatiche.

Final Cut Server è un software dedicato a chi si occupa del broadcasting di contenuti video o più in generale della gestione dei media digitali e dell’automazione del flusso di lavoro. L’applicativo server supporta gruppi di lavoro di qualsiasi dimensione e include un client cross-platform che permette di navigare attraverso i contenuti utilizzati sia in studio che attraverso Internet.

Final Cut Studio 2 è presente sull’Apple Store al prezzo di 1299 euro anche se la sua uscita definitiva è prevista per maggio. Final Cut Server sarà disponibile invece durante l’estate ad un prezzo di 999 dollari per la versione da utilizzare con un server e 10 client oppure 1999 dollari per l’utilizzo con un server e un numero illimitato di client.

Ti potrebbe interessare