QR code per la pagina originale

Grillo interviene davanti al CdA Telecom

Beppe Grillo è intervenuto all'incontro di Rozzano parlando direttamente al CdA Telecom Italia. Il comico ha chiesto a Ruggiero e Buora (ed all'assente Tronchetti Provera) di farsi da parte. Disponibile online il video dell'intervento

,

Beppe Grillo è intervenuto a Rozzano alla speciale riunione che Telecom ha organizzato per incontrare i piccoli azionisti del gruppo. Lo show di Grillo era particolarmente atteso alla luce dei rapporti pregressi tra il comico e l’azienda del «Tronchetto dell’infelicità». SkyTg24 ha reso disponibile in diretta televisiva l’intervento di Grillo ed i toni coloriti del comico hanno riassunto in pochi minuti tutto quello che il blog più famoso d’Italia sottolinea ormai da anni.

Beppe Grillo a Rozzano

Grillo ha sottolineato l’importanza di un richiamo alle responsabilità di chi è deputato a gestire il gruppo: il gioco delle scatole cinesi ha determinato una sorta di «schizofrenia finanziaria» in cui il controllo è lasciato in mano a «capitalisti senza capitali» che lavorano gestendo «i debiti degli altri» ed i soldi dello stato («sono i veri comunisti che esistono oggi in Italia»). L’attacco finanziario, condito degli ovvi riferimenti ai recenti casi delle intercettazioni telefoniche («la Borsa è come la Chicago degli anni ’20: vediamo chi è Al Capone»), non manca però di un forte riferimento a specifiche situazioni tecnologiche.

Grillo sottolinea l’importanza di porre specifici paletti all’operazione di cessione in atto: nell’intervento si richiede di evitare che «il messicano» di AT&T compri il gruppo per poi svuotarlo delle parti migliori (Tim Brasil) lasciando all’Italia una rete vetusta ed una azienda priva di investire con gli interventi necessari. Grillo torna a sottolineare il fatto che la telefonia tradizionale è una tecnologia defunta, che Skype ed il Wimax sono in grado di cambiare radicalmente le cose così come già sta avvenendo in altri paesi.

«L’accesso alla conoscenza è un diritto […] come l’aria che respiriamo»: Grillo chiede che la rete torni ad essere un bene pubblico, e che poi «loro si scannino pure sui servizi». La richiesta finale è chiara: la dirigenza Telecom Italia si dimetta. Alla luce di tutto quel che è stato, Grillo chiede ai presenti Buora e Ruggiero di farsi da parte, di togliersi dal ruolo di «pedine» e di dare così un segno forte ad un momento tanto fondamentale per il gruppo e per la nazione.

Update:
Sky Life mette a disposizione il video dell’intervento di Beppe Grillo a Rozzano: