QR code per la pagina originale

Primi Benchmark delle CPU Intel Penryn

,

Durante l’IDF tenutosi a Pechino, Intel ha presentato al pubblico i primi sistemi funzionanti dotati delle versioni preliminari delle nuove CPU Penryn a 45nm.

Ricordo che le novità più rilevanti nell’architettura di questi processori sono il supporto per il nuovo set di istruzioni SSE4, una memoria cache di secondo livello ampliata (12MB per i quad-core, 6MB per i dual-core), frequenze di bus di 1333Mhz e velocità di clock che raggiunge i 3.33Ghz.

La valutazione delle prestazioni è stata eseguita su tre sistemi identici, dotati delle seguenti caratteristiche hardware:

  • scheda madre Intel BadAxe 2 D975XBX2
  • scheda video Asus NVIDIA GeForce 8800 GTX
  • hard disk Seagate Barracuda 320 Gbytes, modello 7200.10
  • memoria Corsair Twinx2x-8500C5, DDR2 800 con latenze 5-5-5-15
  • driver video NVIDIA Forceware 100.65
  • sistema operativo Windows Vista Ultimate 32bit

I test sono stati effettuati su due CPU Penryn, una dual-core e l’altra quad-core. Il termine di paragone scelto da Intel per dimostrare la potenza della nuova architettura è stato una CPU Core 2 Extreme QX6800, con frequenze di bus e clock impostate rispettivamente a 1066Mhz e 2,93Ghz.

Sebbene le soluzioni Penryn presentate da Intel siano ancora in fase preliminare, i risultati hanno dimostrato un discreto incremento delle prestazioni in tutte le applicazioni, soprattutto a causa dell’aumento delle frequenze di funzionamento.

La vera differenza prestazionale rispetto all’architettura attuale si è apprezzata in quelle applicazioni che fanno uso delle nuove istruzioni SSE4, in cui il tempo di esecuzione si è ridotto in alcuni casi fino al 50%.

E’ possibile visionare una lista dei benchmark eseguiti sul sito Hwupgrade.

Video:Fujifilm X-T1, mirrorless con mirino elettronico