QR code per la pagina originale

McCaslin, la nuova piattaforma UMPC di Intel

,

Intel torna a far parlare di se in quel di Pechino e dopo aver delineato tutta la sua strategia per il 2007 e parte del 2008, riguardo il settore dei notebook, inizia col parlare al settore degli ultra portatili: gli UMPC (Ultra Mobile PC).

La novità più importante è appunto McCaslin, una nuova revisione della piattaforma UMPC attesa per la seconda metà dell’anno in corso. Fra le novità più importanti ovviamente ci sono le prestazioni e l’efficienza energetica che si traduce al solito in maggiori prestazioni e minori consumi, con conseguente sollievo per la batteria.

La piattaforma si compone di processori Intel A100 e A110, noti anche con il nome in codice di Stealey, chipset 945GU Little River e south bridge ICH7U, per la gestione delle periferiche di input output.

Nel 2008, invece, sarà la volta di Menlow e al solito si spinge sulla portabilità e l’efficienza energetica, ma non solo. Il processore utilizzato sarà Silverthorne che è stato sviluppato per un utilizzo in sistemi Ultra Mobile della serie Menlow, utilizzando tecnologia produttiva a 45 nanometri con una dimensione complessiva del chip da record.

Da segnalare il fatto che questo processore nasce a seguito di un progetto del tutto nuovo che non ha nulla a che spartire con gli attuali e futuri processori basati sull’architettura core. Segno del fatto che Intel punti molto sul segmento degli Ultra Portatili…

Ritornando al discorso Menlow, Intel non sta lavorando da sola, ha infatti costituito la Mobile Internet Device Innovation Alliance, consorzio che comprende Elektrobit, Compal, Asus, HTC, Quanta, BenQ e Inventec che svilupperanno nuovi prodotti basati sulla piattaforma Menlow, con disponibilità sul mercato attesa nel corso dell’anno 2008.

Non c’è che dire, Intel ha cominciato a marciare e non intende rallentare… gli altri possono solo inseguire, se ce la fanno!

Video:Nest: i primi partner del Developer Program