QR code per la pagina originale

Ballmer: Microsoft non farà uno Zune Phone

Le ultime dichiarazioni di Steve Ballmer sembrano spazzar via ogni speranza di veder prodotto il tanto chiacchierato Zune Phone, antagonista promesso dell'iPod di Apple. Non tutte le speranze sembrano però essere perdute: Ballmer non ha chiuso il caso

,

Steve Ballmer, CEO di Microsoft, è stato chiaro nelle affermazioni espresse nel corso di un evento USA Today, facendo assumere definitivamente al chiacchierato Zune Phone le sembianze di waporware. Attraverso le sue parole si apprende infatti che Microsoft è impegnata nello sviluppo della piattaforma Windows Mobile ed eventuali funzionalità presenti in Zune saranno incorporate in essa. Non ci sono quindi progetti di realizzare un Zune a livello hardware: «non è una idea che avrete da noi&raquo, ha affermato Ballmer, «noi siamo nel business di Windows Mobile. Possiamo mettere Zune in Windows Mobile, possiamo mettere Xbox in Windows Mobile. Possiamo metterci tutto».

Sembra quindi che i rumors dei giorni scorsi relativi ad un telefono nato da una costola di Zune, il lettore multimediale di Microsoft, si siano definitivamente dissolti, indeboliti ulteriormente dal fatto che la società di Cupertino considera il telefono un apparecchio multiuso e non concentrato esclusivamente sulla riproduzione musicale: «non vorremmo definire la nostra esperienza nel campo dei telefoni solamente attraverso la musica. Un telefono è realmente un apparecchio “general-purpose”. Lo potreste volere per effettuare chiamate, lo potreste volere per mandare e ricevere messaggi di testo, e-mail, qualunque sia la vostra preferenza», ha affermato Ballmer ai giornalisti aggiungendo tra le opzioni la possibilità di effettuare pagamenti, giocare o altro ancora.

Le indiscrezioni del passato suggerivano un concorrente dell’iPhone previsto sul mercato per il prossimo Natale, basato su Windows Mobile e dotato di una interfaccia simile a quella attualmente presente su Zune. L’apparecchio doveva essere in grado di sincronizzarsi con Xbox 360 per visualizzare video in streaming e lavorare con il Marketplace.
Alcuni analisti si erano però già dimostrati scettici al riguardo, come spiega il sito di Ars Technica: «qualunque telefono Microsoft lanci, dovrà scontrarsi con pesi massimi quali Nokia, Samsung, Motorola e così via. Microsoft avrebbe dovuto accontentarsi di fornire il sistema operativo ai produttori di telefoni anzichè competere con il loro hardware». Di altro avviso invece il sito Tech.co.uk il quale ritiene che Ballmer non sia stato onesto fino in fondo: «Microsoft ha archiviato molti brevetti in quest’ultimo anno, il che suggerisce fortemente la progettazione di un telefono Zune. Potrebbe essere che mentre Microsoft sviluppa la piattaforma Windows Mobile con connettività per Zune e Xbox, i produttori di apparecchi mobili contemporaneamente costruiscano nuovi telefoni studiati proprio allo scopo. L’idea dello Zune Phone non è dunque ancora stata scartata completamente».