QR code per la pagina originale

Cambiare il nome dell’Account Utente, apparentemente facile…

,

Di sicuro non capita molte volte di dovere o volere cambiare il nome dell’account con cui si accede al sistema, ma qualora dovesse rendersi necessario effettuare questa operazione, Windows Vista fornisce una procedura estremamente semplice adatta allo scopo.

In linea di massima può succedere, per esempio, che un PC venga trasferito da un utente a un altro o che magari cambi reparto nell’ambito di uno stesso ufficio ed ecco che si verifica la condizione in cui il Sig. Bianchi deve accedere con l’account del Sig. Rossi e di conseguenza, poiché Vista come XP nomina tutte le cartelle Documenti con il nome dell’account, potrebbe risultare fuorviante avere il nome account di un’altra persona.

Il vantaggio concreto di questa procedura potrebbe essere inoltre quello che non sarà necessario reimpostare tutte le personalizzazioni comuni facendoci risparmiare un bel po’ di tempo.

Per modificare quindi il nome dell’account è sufficiente da Pannello di Controllo selezionare la funzione Account Utente e poi Gestisci account. Da qui la voce “Modifica il Nome Account” ci chiede banalmente di digitare il nuovo nome desiderato.

Il passo successivo sarà quello di modificare la password dell’account appena rinominato e dopo il riavvio del sistema ecco che il nostro Sig. Bianchi potrà collegarsi con il suo nome Account senza sentirsi a disagio nella navigazione delle proprie cartelle in quanto la cartella documenti ha automaticamente acquisito il nuovo nome: Bianchi.

Ma…

In realtà però c’è un problema che non è da poco. Mettiamo il caso che il nostro sig. Bianchi debba condividere una cartella in rete. Esegue la procedura apposita (tasto destro sulla cartella da condividere e poi Condividi) e, seguendo i due semplici passi in cui gli viene chiesto a chi assegnare i permessi di accesso, alla fine delle operazioni nota che la cartella condivisa si trova in realtà ancora nella cartella del sig. Rossi e precisamente il suo percorso è NomeComputerUsersROSSICondivisa.

Niente di grave, intendiamoci, ma tutta l’operazione che avevamo effettuato per rinominare l’account utente sembra essere stata allora vana in quanto in realtà la cartella utente è fisicamente rimasta con il nome del vecchio account con conseguente generazione di molte confusioni anche nell’ambito della rete…

Come risolvere? Potrebbe sembrare intuitivo rinominare semplicemente la cartella in questione ma ciò non è possibile in quanto la cartella è considerata di sistema e non c’è modo di rinominarla. Nemmeno utilizzando una shell da riga di comando. Non è possibile nemmeno cancellarla. Né spostarla altrove…

Ed ecco quindi l’amara rassegnazione. La cartella resterà in quel punto e se veramente vogliamo che il nome del sig. Bianchi combaci con il nome del suo account e delle sue cartelle, è necessario effettuare una serie completamente diversa di operazioni: creare un nuovo account con permessi di amministratore e successivamente eliminare il vecchio. Inutile dire che ovviamente sarà necessario reimpostare tutte le personalizzazioni e tanti saluti alla possibilità di risparmiare un po’ di tempo.

C’è da dire però che nella fase di eliminazione di un account utente ci viene data la possibilità di salvare i file delle cartelle Desktop, Documenti, Preferiti, Musica, Immagini e Video del vecchio utente in una cartella sul desktop del nuovo, ma che non verranno salvati i dati della posta elettronica e altre impostazioni…

…che dire, in mancanza d’altro, meglio salvare il salvabile!

Video:Microsoft, flagship store a Londra